Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Scomparsa Pietro Zanfagnini, il cordoglio del presidente Iacop

Il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Franco Iacop, sulla scomparsa di Pietro Zanfagnini

«Serio, preparato, riflessivo. Erano queste le doti di Pietro Zanfagnini che il presidente Franco Iacop ha voluto mettere in evidenza esprimendo il cordoglio del Consiglio regionale per la sua scomparsa».

«Zanfagnini è stato figura di riferimento nell'Amministrazione regionale, come vicepresidente della Giunta, assessore e consigliere - ha aggiunto Iacop - ma lo è stato in tutto il suo impegno sociale, anche come sindaco di Udine».

«Il rigore con cui ha sempre affrontato le questioni della politica probabilmente Zanfagnini lo aveva ereditato dal padre deputato nella Costituente - ha concluso Iacop - ed è per questa ragione che ha sempre avuto il rispetto all'interno del Partito Socialista, di cui fu esponente di primo piano, e di coloro che hanno avuto modo di condividere la stessa stagione politica».

Una carriera politica di spessore, con il ruolo di assessore regionale e quello di sindaco di Udine dal 1990 al 1993, e una dimensione lavorativa altrettanto valida come avvocato. Questo, per quello che riguarda la dimensione pubblica, era Pietro Zanfagnini, è deceduto la scorsa notte in ospedale a Udine. Esponente di spicco del Partito Socialista, Zanfagnini aveva appena compiuto 84 anni, lo scorso 7 novembre.

Era nato a Udine nel 1932. Figlio di Umberto, deputato della Costituente, Zanfagnini era stato anche segretario regionale del Psi e vicepresidente del Consiglio regionale. Divenne primo cittadino sostenuto - oltre che dal Psi -, dalla Dc, dal Psdi e dal Pli. Fu il primo sindaco non democristiano del capoluogo friulano dopo il 1948. Per un breve periodo ricoprì anche l'incarico di presidente dell'ordine degli avvocati di Udine.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa Pietro Zanfagnini, il cordoglio del presidente Iacop

TriestePrima è in caricamento