Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Scontro in Regione: 5 nuovi portaborse per Serracchiani e Bolzonello

Rodolfo Ziberna, Forza Italia: «Costi da addebitare al Pd». La risposta del direttore generale della Regione Roberto Finardi: «Carico di lavoro aumentato»

«Le organizzazioni sindacali dell'Amministrazione regionale sarebbero state convocate d'urgenza il 15 dicembre scorso da parte del Direttore generale Finardi per essere informate sulla necessità di ampliare l'organico delle segreterie particolari del presidente e del vicepresidente della Regione, o comunque di uffici di supporto, rispettivamente di 3 e 2 unità per nuovi carichi di lavoro sopraggiunti». La notizia la rende nota il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Rodolfo Ziberna.

«Dal sito del presidente - aggiunge Ziberna - si può constatare l'attuale consistenza della sua segreteria particolare e, in particolare, risultano Eleonora Meloni quale capo della segreteria, e Vera Spanghero. Il personale addetto di segreteria non corrisponderebbe però a quanto indicato sul sito della presidente che, forse per sembrare più parsimoniosa e attenta alla spesa pubblica, ha lasciato fuori l'altro suo addetto di segreteria, che invece compare come per miracolo nell'elenco interno di servizio: Presidenza della Regione - uffici a supporto degli organi politici Giunta regionale - segreteria particolare del presidente della Regione - personale assegnato: Braidotti Luca, Lancellotti Giancarlo (portavoce), Meloni Eleonora, Resta Gianluca (autista), Spanghero Vera». 

Ziberna«In un momento di crisi economica - dichiara il consigliere forzista - in cui si chiedono sacrifici alla popolazione e quotidianamente si trovano sbandierati sulla stampa i risparmi effettuati con tagli al personale regionale, sembra quanto meno singolare la richiesta di portare addirittura a 6 addetti la segreteria particolare della presidente e a 5 quella del vicepresidente. Ai dipendenti regionali, anello debole della catena, la presidente dimezza i buoni pasto, ma aumenta i costi della sua segreteria particolare. Sono molto interessato a conoscere con quale criterio sarebbero assunti questi ulteriori cinque dipendenti, ai quali spetterebbero tutta una serie di benefit propri delle Segreterie particolari (mancato obbligo di timbratura, ore straordinarie in quantità superiore a quella degli altri dipendenti e altro ancora)».

«Visto che una parte significativa del tempo della presidente - conclude Rodolfo Ziberna - attualmente è dedicato a soddisfare le esigenze non già della Regione Friuli Venezia Giulia ma del Partito Democratico, di cui è vicesegretaria nazionale e che pertanto è possibile, se non probabile, che questi ulteriori dipendenti servano a soddisfare esigenze che nulla hanno a che fare con la nostra Amministrazione regionale, perché non addebitare i costi al Partito della presidente anziché ai cittadini della nostra regione? Ecco la ragione per cui mi sono visto costretto a rivolgere una interrogazione alla presidente per avere conferma di queste notizie, di conoscere gli ulteriori costi a carico del contribuente e sull'opportunità di far pagare i costi al Pd».

«La decisione di prevedere la possibilità di ampliare l'organico delle segreterie della presidente e del vicepresidente della Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia deriva principalmente dalla considerazione del carico di lavoro aggiuntivo cui sono sottoposte queste strutture, in ragione della moltiplicazione delle responsabilità dei vertici del Governo regionale», afferma in una nota il direttore generale della Regione Roberto Finardi, precisando che «l'atto, illustrato nel corso di un Tavolo d'informativa sindacale, sta per essere adottato».

Finardi evidenzia che «la presidente della Regione Debora Serracchiani ha assunto, dall'inizio del mandato, gli incarichi di commissario della terza corsia e di commissario al dissesto idrogeologico, e che prossimamente dovrà assumere quello di commissario straordinario per l'area di crisi industriale complessa di Trieste. Per quanto riguarda il vicepresidente questi assomma su di sé competenze che in precedenza erano distribuite su più assessorati».

finardi serracchiani regione-2«Questa è una norma regolamentare che - aggiunge Finardi - apre a una possibilità cui si potrà andare incontro non necessariamente ricorrendo a personale esterno. Il dato qualificante di questa norma è che offre la possibilità di dare al personale aggiuntivo uno status che lo libera dalle normali incombenze della struttura di appartenenza, con una maggiore flessibilità di impiego».

«Dal punto di vista della sostenibilità finanziaria - conclude Finardi - gli eventuali costi non incideranno sul budget già previsto in Bilancio per le assunzioni a tempo determinato».

«Va respinta con fermezza e sdegno - è la puntualizzazione della presidente Debora Serracchiani - l'insinuazione, avanzata da un consigliere regionale di Forza Italia, che il personale aggiuntivo potrebbe essere utilizzato per soddisfare esigenze correlate a cariche di partito nazionali: il Partito Democratico mi ha assegnato una segreteria a Roma che segue le pratiche connesse al ruolo di vicesegretaria. Sarei confortata di sapere che chi mi critica dedica alla nostra regione almeno il tempo che vi dedico io».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro in Regione: 5 nuovi portaborse per Serracchiani e Bolzonello

TriestePrima è in caricamento