menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“A scuola per conoscersi”, 70 ragazzi all'incontro organizzato da Arcigay Trieste (FOTO)

Oltre 70 ragazzi delle scuole superiori cittadine e dell’università hanno preso parte oggi al primo incontro  della settima edizione di “A scuola per conoscersi” al Circolo Etnoblog, corso organizzato nelle scuole superiori (quest’anno anche una scuola media) in contrasto al fenomeno dell’omofobia da Arcigay Trieste e Gorizia e dal Circolo Nuovi Passi di Udine

Oltre 70 ragazzi delle scuole superiori cittadine e dell’università hanno preso parte oggi al primo incontro  della settima edizione di “A scuola per conoscersi” al Circolo Etnoblog, corso organizzato nelle scuole superiori (quest’anno anche una scuola media) in contrasto al fenomeno dell’omofobia da Arcigay Trieste e Gorizia e dal Circolo Nuovi Passi di Udine.

«Per quanto concerne il progetto a scuola per conoscersi – spiega Antonella Nicosia, presidentessa Arcigay Trieste Gorizia – si va dentro le classi con due incontri. Nel primo incontro è previsto l’intervento degli psicologi, mentre nel secondo ai aggiungono anche i volontari che raccontano la propria esperienza, il proprio coming out, piuttosto che episodi di omofobia di cui sono stati vittima e dunque si è spinti a fare il volontario perché non si vuole che accada ai ragazzi quanto successo in passato».

«Una partecipazione eccellente quella avuta oggi al primo incontro organizzato, - continua Antonella - un segnale importante. I giovani finalmente stanno trovando il coraggio di farsi vedere e di farsi conoscere, davvero un buon segno».

«I volontari sono necessari proprio per gli incontri del progetto negli istituti scolastici. Quest’anno hanno aderito tantissime scuole a livello regionale – continua – di Pordenone, Udine e Trieste, resta una nota laconica la Provincia di Gorizia ma speriamo di fare breccia anche su quel territorio. Siamo ad oltre 200 classi aderenti quest’anno per 4000 studenti interessati in totale al progetto: dai numeri è piuttosto lampante che non è un lavoro da poco. In sette anni di corso oltre 10000 ragazzi hanno preso parte al progetto».

«Per quanto concerne il progetto – conclude la presidentessa – i presidi manifestano l’interessemento, viene convocato il Collegio della scuola, coinvolgendo docenti e genitori. A quel punto il progetto  viene approvato e può partire».

Soddisfazione per la buona riuscita della manifestazione anche da parte di Antonio Parisi, capo della crew “Jotassassina” che, tramite un post pubblicato sul suo profilo facebook afferma che «Quando avevo 18anni,mi sentivo l'unico gay della mia città! Era impossibile trovare qualcuno come me, senza dover passare per gli incontri nei bagni o nei parchi. Oggi entrando a Etnoblog, durante l'affollato Corso di formazione contro il bullismo nelle scuole, ho capito finalmente che i tempi ( miei ) sono decisamente cambiati!!».

«Ho voluto apposta essere presente oggi – spiega Antonio – per manifestare vicinanza e pieno appoggio a questa iniziativa. Nel calendario 2016 realizzato da Jotassassina (fotografo Armando Casalino, presentato ufficialmente nel corso della serata di oggi, sabato 28 novembre, sempre all’Etnoblog) nel mese di gennaio 2016 la foto mi vede ritratto con una maxi bandiera arcobaleno. Jotassassina  si è sempre spesa e lo farà anche in futuro contro l’omofobia, per una società dove non succedano più discriminazioni di alcuni tipo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    In giro con coltello a serramanico: denunciato

  • Cronaca

    Ruba 170 euro di vestiti all'Ovs: denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento