Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

In Fvg slitta il rientro delle superiori, le opposizioni: "Fallimento del centrodestra"

Dal Movimento Cinque Stelle, Pd e Italia Viva un coro di critiche. "Chi oggi si riscopre prudente, poco più di un mese fa contestava la zona arancione e cavalcava in piazza la rabbia e la disperazione"

La giunta regionale fa slittare il rientro a scuola delle scuole superiori dopo il 31 gennaio e le opposizioni in Friuli Venezia Giulia giudicano la scelta "un fallimento". Movimento Cinque Stelle, Partito democratico ed Italia Viva sostengono le stesse posizioni e criticano la decisione annunciata dall'assessore all'Istruzione Alessia Rosolen durante la conferenza stampa di oggi. Tra "polemiche assurde sui banchi", gli "assembramenti avvenuti negli autobus e davanti alle scuole" frutto del "mancato adeugamento del trasporto pubblico locale", i grillini presenti nell'aula di piazza Oberdan non le mandano a dire. 

La posizione dei grillini

“Per mesi Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia hanno fatto credere alle famiglie che i problemi in vista della riapertura delle scuole dopo la prima ondata fossero causa della inadeguatezza del Governo, mentre oggi assistiamo attoniti alla decisione del presidente Fedriga di riaprire le scuole superiori dopo il 31 di gennaio". Una scelta che per il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Mauro Capozzella, dimostrerebbe come la Regione "si sia fatta trovare impreparata. Qualche giorno fa avevano annunciato 120 autobus attraverso una intesa con le imprese di noleggio, accordo che faceva ben sperare in vista della riapertura scolastica del 7 gennaio”. 

"Un mese fa contestava la zona arancione"

La linea della giunta è stata quella della prudenza, atteggiamento che, sempre secondo i Cinque Stelle "lascia perplessi" anche alla luce del fatto che "chi oggi si riscopre prudente, poco più di un mese fa contestava la zona arancione e cavalcava in piazza la rabbia e la disperazione, comprensibili, di esercenti e negozianti, barattando la salute con i soldi dei ristori. Sono gli stessi che chiedevano di riaprire discoteche, gli stessi che dicevano che il lockdown natalizio era il furto del Natale ai bambini, gli stessi che sbraitano perché il Governo non ha ancora riaperto gli impianti sciistici”.

Il Partito democratico

La scelta del presidente Fedriga, secondo i dem conferma  il fatto che "le preoccupazioni che continuiamo a raccogliere sull’aumento dei contagi, non sono campate in aria e si fondano sulla coscienza che la situazione della nostra regione non si discosta molto da quella di altre che sono indicate oggi più in crisi". Il Pd regionale punta però il dito contro l'incapacità di recuperare il tracciamento e "l'incerta tenuta del sistema ospedaliero". Nel mirino anche il trasporto pubblico. "Sui piani, sbandierati non più tardi di qualche giorno fa dall’assessore Pizzimenti come rivoluzionari, scontiamo in questo senso l’inerzia dei mesi passati che non può e deve essere costantemente attribuita al governo centrale". 

Le proposte

I consiglieri del Pd incalzano la giunta e alzano la posta. "Auspichiamo che la Regione riesca a mettere in campo da qui a febbraio anche altre interventi volti ad assicurare il ritorno in presenza in condizioni ottimali. Pensiamo per esempio alla dotazione di mascherine ffp2 alle scuole, a una campagna di screening con test sierologici per tutti gli studenti delle secondarie di secondo ordine in particolare quelle che frequentano i centri a maggior concentrazione, all’avvio anticipato della campagna di vaccinazione per i docenti, al sostegno alle scuole per poter svolgere didattica in presenza o progetti di sostegno per tutti gli studenti con bisogni educativi speciali o maggiormente a rischio di abbandono scolastico".

La posizione dei renziani

Anche Italia Viva si unisce al coro delle critiche nei confronti del provvedimento. “Riteniamo grave la scelta di posticipare il rientro in presenza degli studenti e studentesse delle scuole secondarie di secondo grado - hanno fatto sapere Antonella Grim e Sandra Telesca -. Privare una intera generazione di qualità di relazioni ed apprendimento che necessitano del rapporto Inter personale è un rischio altissimo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Fvg slitta il rientro delle superiori, le opposizioni: "Fallimento del centrodestra"

TriestePrima è in caricamento