rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
La querelle continua

Accuse alla Scuola di Polizia, anche la Fsp si dissocia: "Non si spari a zero"

Continua a tenere banco la dura lettera, inviata dal Coisp direttamente al Capo della Polizia, in merito alle criticità presenti nella gestione della struttura di via Damiano Chiesa

Riceviamo dalla Federazione Sindacale di Polizia e pubblichiamo. 

"Non possiamo non intervenire su quanto accaduto in questi giorni e sulle dichiarazioni emesse da un sindacato relative a comportamenti non equilibrati da parte della Direzione Scuola Allievi Agenti di Trieste e ai suoi operatori. Se vi sono delle accuse da fare si facciano nomi e cognomi e non si usi indiscriminatamente il verbo 'sembrerebbe'. E’ inutile girarci attorno trascinando nel fango il buon nome della Scuola e dei suoi operatori che sino al corso precedente hanno avuto lodi e compiacimenti da parte del Ministero e dal Dipartimento. Questo sindacato sarà il primo a partecipare ad azioni contro chi lede il buon nome dell’Istituto, con comportamenti non consoni al regolamento, ma si dissocia nella attività di sparo ad alzo zero coinvolgendo anche chi con abnegazione e sacrificio si spende ogni giorno per forgiare nuove leve nella Polizia di Stato .Non giovano le polemiche sterili, bisogna denunciare in maniera mirata e precise in modo da poter intervenire nei confronti di chi sbaglia e giustamente deve pagare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accuse alla Scuola di Polizia, anche la Fsp si dissocia: "Non si spari a zero"

TriestePrima è in caricamento