Cronaca

Scuola: 4,1 milioni di euro per interventi urgenti ed adeguamento sismico

Santoro: «Garantire la sicurezza degli edifici e la continuità del servizio scolastico»

foto di repertorio

«Il sistema di programmazione per gli interventi sull'edilizia scolastica pubblica si sta dimostrando efficace ed adeguato a rispondere in tempi brevi alle richieste degli enti locali, così da garantire la sicurezza degli edifici e la continuità del servizio scolastico».
Con queste parole l'assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Mariagrazia Santoro, ha commentato i due decreti con cui la Regione ha ripartito 4,1 milioni di euro complessivi per interventi urgenti e di adeguamento sismico nelle scuole di undici Comuni del Friuli Venezia Giulia.
Nel dettaglio, con il primo decreto 2017 di riparto del fondo per gli interventi urgenti, sono stati assegnati circa 800 mila euro a sette comuni, sulla base delle domande di contributo pervenute fino al 13 marzo scorso.

I beneficiari dei fondi sono: Comune di Buja, per ripristino impianti e locali dei servizi igienici della scuola secondaria di primo grado "Ursella" (140.000 euro); Comune di Tavagnacco, per la messa in sicurezza della scala d'accesso al primo piano della
scuola primaria di Adegliacco (15.000 euro) e per interventi su controsoffitti della scuola dell'infanzia (19.213 euro); Comune
di Paularo, per manutenzione straordinaria e messa in sicurezza della palestra dell'istituto comprensivo "Linussio" (141.520 euro); Comune di Ampezzo, per il restauro conservativo ed adeguamento alle norme di sicurezza della palestra scolastica
dell'Istituto comprensivo "M.Davanzo" (200.000 euro); Comune di Trieste, per il ripristino solai e controsoffitti di edifici scolastici vari (190.653 euro);  Comune di Azzano X, per adeguamento in sicurezza dei vetri della scuola primaria "De Carli" di Tiezzo (23.973 euro); Comune di Pozzuolo del Friuli per il rifacimento urgente di parte della copertura della scuola materna di Terenzano (68.808 euro).

Con un secondo decreto sono stati ripartiti 3.318.000 euro per interventi di adeguamento sismico, che rappresenta uno dei
principali obiettivi nella programmazione triennale 2016 - 2018 degli interventi sull'edilizia scolastica.
I fondi sono ripartiti tra quattro Comuni dei territori di Udine e Pordenone che hanno presentato domanda di contributo. Si tratta dei Comuni di Nimis, per adeguamento sismico della scuola elementare e media (350.000 euro); Pavia di Udine, per adeguamento sismico della scuola media "C. Percoto" (970.000 euro); Pordenone, per adeguamento sismico della scuola elementare "IV novembre" (1.300.000 euro); Prata di Pordenone, per adeguamento sismico della scuola Elementare "Brunetta" (698.000 euro).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: 4,1 milioni di euro per interventi urgenti ed adeguamento sismico

TriestePrima è in caricamento