"Scuole sicure", telecamere e controlli per contrastare lo spaccio

L'Assessore Brandi: "Indispensabili ed essenziali ma si punti soprattutto sulla prevenzione"

Foto Avellino Today

Lotta contro lo spaccio nelle scuole: è la proposta del Ministro dell'Interno Salvini nell'ambito del suo disegno "Scuole sicure". Tra le quindici città scelte in cui avviare la sperimentazione di contrasto alle droghe tra i giovani c'è anche Trieste. Dei 2,5 milioni destinati al progetto, 51,500 euro vanno alla nostra città. Il fondo è destinato all'installazione di telecamere di videosorveglianza, controlli ai cancelli, assunzione di agenti di polizia locale e, in minima parte, a campagne informative.

Il commento dell'Assessore Brandi

"Le telecamere sono indispensabili ed essenziali ma è necessario avviare e puntare molte campagne di informazione e, soprattutto, prevenzione, realizzando un progetto che vada ad intervenire su più livelli - ha dichiarato l'Assessore all'Educazione Angela Brandi-. Via libera anche a convenzioni con la vigilanza privata e, per le scuole elementari, con i nonni paletta per poter agire in maniera più dettagliata ed efficace".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Geranio: i consigli per farlo crescere rigoglioso e forte

  • Addio alle mascherine all'aperto, ma a distanza di sicurezza: Fedriga firma l'ordinanza

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

Torna su
TriestePrima è in caricamento