"Scuole sicure", telecamere e controlli per contrastare lo spaccio

L'Assessore Brandi: "Indispensabili ed essenziali ma si punti soprattutto sulla prevenzione"

Foto Avellino Today

Lotta contro lo spaccio nelle scuole: è la proposta del Ministro dell'Interno Salvini nell'ambito del suo disegno "Scuole sicure". Tra le quindici città scelte in cui avviare la sperimentazione di contrasto alle droghe tra i giovani c'è anche Trieste. Dei 2,5 milioni destinati al progetto, 51,500 euro vanno alla nostra città. Il fondo è destinato all'installazione di telecamere di videosorveglianza, controlli ai cancelli, assunzione di agenti di polizia locale e, in minima parte, a campagne informative.

Il commento dell'Assessore Brandi

"Le telecamere sono indispensabili ed essenziali ma è necessario avviare e puntare molte campagne di informazione e, soprattutto, prevenzione, realizzando un progetto che vada ad intervenire su più livelli - ha dichiarato l'Assessore all'Educazione Angela Brandi-. Via libera anche a convenzioni con la vigilanza privata e, per le scuole elementari, con i nonni paletta per poter agire in maniera più dettagliata ed efficace".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento