Sdemanializzazione Porto Vecchio, FareAmbiente: «Preoccupazione per destinazione d’uso»

Nota di Giorgio Cecco, responsabile regionale di FareAmbiente

«Crediamo si debba tenere alta l’attenzione sul futuro del Porto Vecchio di Trieste e sulla “sdemanializzazione” dell’area, certamente da troppi anni inutilizzata, ma resta la preoccupazione per come si intende destinarne l’uso»,  dichiara il responsabile regionale di FareAmbiente Giorgio Cecco.  

«Crediamo sia importante - continua Cecco - tener conto, di alcuni aspetti essenziali, per sposarsi con un concetto di sostenibilità: secondo noi l’unico da perseguire in una richiesta globale di razionalità economica e sviluppo ecocompatibile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine il coordinatore del movimento ecologista sottolinea che «Non vorremmo che qualcuno pensasse a nuove costruzioni residenziali od a centri commerciali, tipologie dal forte impatto ambientale e, vista la situazione attuale, inutili dal punto di vista dello sviluppo economico o di servizio alla collettività, crediamo invece nella portualità allargata e auspichiamo ci possa essere spazio per l’alta tecnologia, la green economy, aree di formazione nautica e di tutela dell'habitat marino, nonché una area espositiva tematica, il tutto per abbinare attività economiche con strutture utili ai cittadini»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • La segnalazione: "Il ponte sul canale prima o poi viene giù". Il Comune: "A novembre via ai lavori"

  • Un asteroide potrebbe colpire la Terra il 2 novembre

  • Impennata di contagi, sono 340 i casi in Fvg: a Trieste 138 positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento