Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Movida: "Se vuoi dormire per sempre suicidati così permetterai agli altri di vivere"

16.34 - Scritta di cattivo gusto aggiunta a mano su di un volantino dell'associazione "Trieste vivibile" contro gli schiamazzi notturni

Riceviamo e molto volentieri pubblichiamo:

Sarà certamente una delle innumerevoli segnalazioni che sempre più spesso appaiono sui media o nei quotidiani discorsi di coloro che abitano nel centro storico ed in qualsiasi altra zona della città contaminata da queste abitudini. Questa ha però la particolarità di far emergere il pensiero dominante di coloro che " vivono " ( si fa per dire ) di notte. E' certamente importante, e va apprezzato, il fatto che la Polizia Locale stia intensificando i controlli, più laborioso sarà invece tentare di far ragionare quelli sulla stessa lunghezza d'onda della scritta aggiunta a mano sul volantino nella foto.

La vicenda: alcuni giorni fa l'associazione "Trieste vivibile" ha affisso e fatto affiggere nelle vie attigue a piazza Vecchia e a via del Ponte un volantino dai contenuti di estrema civiltà e rispettosi delle norme vigenti, sollecitando i cittadini a servirsi di queste per tentare di arginare la loro difficile situazione. In effetti, durante una di queste infauste notti un cittadino abitante in via del Ponte ha telefonato verso l'una in Questura per segnalare l'insostenibilità del rumore e la conseguentemente impossibilità di poter soddisfare la naturale necessità fisica del riposo notturno, ma, come al solito, il risultato è stato vano. Alcuni giorni dopo, sul volantino affisso all'entrata dello stabile di via del Ponte "qualcuno," e mi par facile immaginare chi, ha aggiunto alcuni passaggi a penna.

Ora: le mie considerazioni su ciò che accade in via del Ponte e nelle vie attigue sono note da tempo, ma credo che il tono ed il significato della scritta aggiunta a mano sul volantino abbia raggiunto un livello di tale cattivo gusto che debba farci riflettere. "Se vuoi dormire per sempre suicidati così permetterai agli altri di vivere": questo sembra essere lo spirito di dialogo e di comprensione di coloro che beneficiano della cosiddetta "movida," ed evidentemente di altri che paiono trovare in questo modo sfogo e divertimento durante le loro notti. Perché le notti sono solo loro e non di altri cittadini . . . . . Diritti per pochi, non per tutti.

Roberto Decarli
consigliere comunale

gentili inquilini1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida: "Se vuoi dormire per sempre suicidati così permetterai agli altri di vivere"

TriestePrima è in caricamento