Cronaca

Segnalazione - Alberi di Natale... I Problemi di Trieste

Pubblichiamo l'intervento di Luca Marsi a proposito dei commenti generati sul web dal nostro articolo ALBERO DI "CHERNOBYL" IN PIAZZA DELLA BORSA, COSOLINI: «DOMANI NE ARRIVA UNO NUOVO» Sui social network più in voga si è acceso una forte...

Pubblichiamo l'intervento di Luca Marsi a proposito dei commenti generati sul web dal nostro articolo ALBERO DI "CHERNOBYL" IN PIAZZA DELLA BORSA, COSOLINI: «DOMANI NE ARRIVA UNO NUOVO»

Sui social network più in voga si è acceso una forte dibattito sull'albero di Natale posto in un primo momento dall'Amministrazione comunale in piazza della Borsa, reo a detta di alcuni concittadini di essere piuttosto povero, salvo poi essere sostituito il giorno successivo.

Magari fossero questi i soli e veri problemi di Trieste: vorrebbe dire che saremmo tutti ricchi, con un lavoro a tempo indeterminato, allegri, felici, belli dentro e fuori (come recita lo slogan di una famosa acqua minerale).

Purtroppo il periodo che stiamo vivendo è tutto il contrario di quello appena descritto, e non solo a Trieste, con aziende ed industrie che continuano a chiudere, sempre più lavoratori in cassa integrazione o licenziati, e con amministrazioni pubbliche che, sia a causa della spending review, sia dei finanziamenti sempre più contenuti che da Roma vengono girati alle amministrazioni locali, devono tagliare su tutte le spese, dovendo obbligatoriamente tirare la cinghia.

Fatta tale premessa, è chiaro che non si possono spendere cifre monstre per il Natale (alberi, addobbi e quanto altro) considerando la difficoltà nel reperire risorse per il sociale, per aiutare i concittadini più indigenti, in esponenziale aumento in città (basti ad esempio considerare le code nelle mense dei poveri sempre più lunghe).

Inseriamoci pure la questione delle scuole che cadono a pezzi, e che continueranno a rimanere così anche in futuro perché manca la liquidità alle amministrazioni. E noi qua a perderci con gli addobbi di Natale!

Il Natale ha ben altro significato che quattro alberi con musichette annesse: è un momento di riflessione su noi stessi e sulla società che ci sta attorno, per meglio comprendere le difficoltà e per capire come possiamo contribuire ad attutirle, mettendoci a disposizione maggiormente degli altri, essendo dunque maggiormente altruisti e meno egoisti, alimentando la solidarietà, parola questa che negli ultimi anni è stata svuotata di significato a causa del troppo uso nel gergo quotidiano, ma assai poco messa in pratica.

Se vogliamo mettere in pratica il vero messaggio del Natale, dovremmo noi stessi essere i primi a capire come tutte le risorse disponibili dovrebbero essere indirizzate verso coloro che hanno ben altro a cui pensare quali gli ammalati, i disoccupati e quelli che più soffrono, lasciando per ultimi tutti quei gingilli che, se pur allietano il periodo del Natale, non sono poi proprio così indispensabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segnalazione - Alberi di Natale... I Problemi di Trieste

TriestePrima è in caricamento