Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Segnalazione - Oculistica Ospedale maggiore: senza Farmaci...Restiamo al Buio

Mia madre, una solare signora di 87 anni, ha grossi problemi di vista dovuti ad una degenerazione retinica maculare e sta rischiando la cecità. Dopo accurati e urgenti esami del caso le è stato prescritta una terapia intravitreale di "Lucentis"...

Mia madre, una solare signora di 87 anni, ha grossi problemi di vista dovuti ad una degenerazione retinica maculare e sta rischiando la cecità. Dopo accurati e urgenti esami del caso le è stato prescritta una terapia intravitreale di "Lucentis". Con immenso stupore mi è stato riferito dalla Clinica Oculista dell'Ospedale Maggiore di Trieste, dove ha eseguito gli esami, che è stata inserita in una lunga lista d'attesa per la terapia, ma che non si faccia grandi illusioni perché l'ospedale non ha più soldi per acquistare detto farmaco.

I medici della struttura lo hanno più volte ordinato segnalando il suo estremo bisogno ma hanno avuto una risposta negativa appunto per i risparmi dovuti ai pesanti tagli alla sanità pubblica.

Desidero sottolineare che il personale medico e infermieristico di tale reparto è di una professionalità e di una disponibilità a dir poco eccezionali e si prendono molto a cuore la salute dei pazienti....ma se non vengono dati loro i mezzi materiali necessari per le cure, purtroppo non possono fare miracoli.

Praticamente è un farmaco salvavita, perché come ben sappiamo gli occhi sono essenziali per poter condurre una vita dignitosa e penso che una persona che ha lavorato una vita intera abbia il diritto di continuare a vivere nella "luce", anche nel suo cammino terreno.

F.M.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segnalazione - Oculistica Ospedale maggiore: senza Farmaci...Restiamo al Buio

TriestePrima è in caricamento