rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Segnalazioni; Petizione, il Silenzio del Sindaco

Riceviamo, e pubblichiamo integralmente, una segnalazione firmata dal signor Elpidio Puppatti Nello scorso 6 giugno un Comitato rionale di Trieste ha inoltrato alla Ricezione Atti del Comune una petizione rivolta al Sindaco, accompagnata dalle...

Riceviamo, e pubblichiamo integralmente, una segnalazione firmata dal signor Elpidio Puppatti

Nello scorso 6 giugno un Comitato rionale di Trieste ha inoltrato alla Ricezione Atti del Comune una petizione rivolta al Sindaco, accompagnata dalle firme di 520 residenti, di cui ognuno ha specificato nome, cognome,indirizzo, n°di carta d'identità.

I temi della petizione vertevano su una situazione pluriennale di estremo degrado urbanistico della zona antistante il viale all'Ippodromo e richiedevano l'intervento del Comune per una riqualificazione dell'area. Un altro tema della petizione era la richiesta di mantenimento dei parcheggi liberi nelle vie comprese tra p.zza Foraggi e la Fiera.

Ebbene, a tutt'oggi il Comitato non ha ricevuto alcuna risposta...

Considerazioni:

Il comma 2 dell'art 10 dello Statuto del Comune di Trieste recita testualmente: Il Sindaco, la Giunta Comunale, i dirigenti, rispondono alle istanze, alle petizioni e alle proposte di propria competenza entro trenta giorni dalla loro presentazione.

Nei mesi scorsi,in varie occasioni concernenti il nuovo piano regolatore, il Sindaco si è così espresso: "Perseguire lo sviluppo nel rispetto e nella valorizzazione della qualità del territorio" - -" Viene evidenziata la necessità del recupero di aree urbanizzate degradate e di molti immobili sotto utilizzati, per riqualificare e rifunzionalizzare l'esistente," - "Non ci sarà insomma nessun significativo "scivolamento" né, tanto meno, prolungati rinvii con "rimbalzi"di responsabilità tra istituzioni e uffici: nulla di simile a quanto purtroppo avvenne con la precedente Amministrazione e con l"accidentato" percorso della Variante 118," - "Ha concluso il Sindaco - che in una città non vi debbano essere zone di "serie A", più privilegiate,e rioni di "serie B"lasciati a se stessi".

Appare quindi evidente un'inosservanza alla norma dello Statuto per il mancato riscontro su temi che, per coerenza alle enunciazioni sopra riportate, dovevano essere motivi di particolare attenzione.

Il Sindaco potrebbe obiettare che il suo tempo dev'essere dedicato ad affari più importanti di una petizione.

Si potrebbe anche dargli parzialmente ragione, obiettando però che una breve direttiva di risposta poteva essere impartita al suo Capo di Gabinetto, oppure ad uno dei Segretari della Segreteria Particolare del Sindaco, oppure al Portavoce del Sindaco. Certamente una lettera rivolta al Rappresentante di una Privata Società avrebbe avuto sicura risposta scritta su qualunque tema.

Il Sindaco,quale Rappresentante di una Pubblica Amministrazione di Servizi, qual'è il Comune, è rimasto invece in silenzio di fronte a delle legittime domande fatte da 520 cittadini, che dovrebbero essere i beneficiari dei servizi medesimi.

Siffatto comportamento potrebbe essere motivo di più ampie riflessioni sui rapporti tra la PA ed i privati cittadini . Per ora le trascuro per la voluta brevità di questo scritto. Potrebbe pure essere accaduto che la petizione sia andata smarrita nei tortuosi passaggi tra gli Uffici del Comune!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segnalazioni; Petizione, il Silenzio del Sindaco

TriestePrima è in caricamento