Incidente Sella Nevea, Shaurli: «Escursionisti, attenzione al bollettino valanghe»

L'assessore alle Risorse forestali: «Il sito segnalava una possibile slavina in quella zona». Panontin: «Indispensabile l'elicosoccorso»

«La Regione invita gli appassionati che frequentano la montagna ad attenersi scrupolosamente alle norme di precauzione e sicurezza, che sono anche dettate dal buon senso e dall'esperienza di chi pratica con frequenza il territorio innevato. E a valutare l'opportunità di intraprendere percorsi fuoripista, o escursioni, tenendo conto delle indicazioni che sono aggiornate costantemente sul sito della Regione
(www.regione.fvg.it), e vengono redatte con scrupolosa professionalità da personale esperto. E che tra l'altro è stato impiegato di recente anche in Abruzzo in occasione dei tragici fatti del Gran Sasso d'Italia».

È l'auspicio che l'assessore regionale alle Risorse forestali, Cristiano Shaurli, rivolge agli sciatori e agli scialpinisti che in queste giornate vorrebbero dare sfogo alla propria passione e raggiungere siti certamente resi più affascinanti dal nuovo apporto di neve, ma proprio per questo, e in conseguenza delle attuali condizioni meteo, più pericolosi.
«Proprio grazie alla struttura di soccorso alpino, attiva anche sui territori innevati, e alle moderne tecnologie - specifica Shaurli - il bilancio dell'incidente occorso ieri a sette escursionisti sul gruppo del Monte Canin è stato di dimensioni più contenute rispetto alla reale pericolosità dell'evento».

Tuttavia, se gli escursionisti avessero consultato preventivamente il Bollettino delle valanghe emesso dalla Regione già nella giornata di venerdì, avrebbero evitato di cacciarsi nei guai. Infatti, i previsori della Regione avevano sconsigliato caldamente le escursioni, proprio nella zona del monte Canin, in quanto ritenuta la più pericolosa per la giornata di ieri, quella odierna, e per quelle successive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assessore alla Protezione civile Paolo Panontin ha invece rimarcato l'importanza dell'elicosoccorso: «Diciamo adesso grazie a tutti i soccorritori e soprattutto siamo vicini ai feriti, in particolare alla persona che è stata ricoverata in gravi condizioni mediante l'operazione di elicosoccorso». Proprio questo evento, ha rilevato l'assessore, «ha dimostrato una volta di più quanto sia preziosa la disponibilità dell'elicottero della Protezione civile, vera risorsa in più del nostro sistema di reazione alle calamità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo di 7 anni umiliato a scuola per aver dimenticato l'astuccio, la triste storia di Jacopo

  • Obbligo di mascherina fino al 15 ottobre: Fedriga firma l'ordinanza

  • Schianto nella notte in via Giulia, morto scooterista di 50 anni

  • Covid 19: la Slovenia "declassa" l'Italia a zona arancione

  • Schianto tra i Carabinieri e un'auto: militare a Cattinara

  • Ricercata da cinque anni, faceva la escort a Trieste: arrestata 28enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento