menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sentinelle in Piedi, in cinquanta a vegliare in piazza Unità (FOTO)

Nuova veglia organizzata dalle Sentinelle in Piedi dopo la pausa estiva, Circa cinquanta persona, sfidando le intemperie del tempo (pioggia e vento) hanno preso parte all'evento in piazza della Borsa. Inizio puntuale alle 18.30, le Sentinelle hanno vegliato per circa un'oretta

Nuova veglia organizzata dalle Sentinelle in Piedi dopo la pausa estiva, Circa cinquanta persona, sfidando le intemperie del tempo (pioggia e vento) hanno preso parte all'evento in piazza della Borsa. Inizio puntuale alle 18.30, le Sentinelle hanno vegliato per circa un'oretta. Le

«Sentinelle -spiegano -  vegliano nelle piazze per risvegliare le coscienze intorpidite e passive di fronte al pensiero unico. Ritti, silenti e fermi vegliamo per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna».

«La nostra - continuano -  è una rete apartitica e aconfessionale perché la libertà d’espressione non ha religione o appartenenza politica, il nostro non è un movimento, non è un’associazione, bensì un metodo, uno stile, una forma di testimonianza che non può escludere nessuno perché riguarda la coscienza di ogni uomo e il desiderio di infinito che tutti – anche chi ci contesta – ha in fondo al cuore»

«Silenziose - concludono - si inverano, leggendo si formano, nel tempo discernono e imparano ad amare, le Sentinelle in Piedi esistono per rendere l’uomo libero già ora. Le Sentinelle sanno quindi di essere uno strumento politico solo di conseguenza. Perché solo una coscienza irriducibile a ogni omologazione e menzogna potrà cambiare la logica di un potere che anziché servire l’uomo cerca di controllarlo. Vegliamo in silenzio oggi per essere liberi di esprimerci domani, se anche tu hai a cuore la libertà veglia con noi!»

Foto della pagina facebook ufficiale delle Sentinelle in Piedi Trieste

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento