menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio: Aiello

Foto di repertorio: Aiello

Senza guanti in autobus: multato per errore

Nessuna norma obbliga all'uso dei guanti sui mezzi pubblici, soltanto la mascherina e la distanza di sicurezza sono obbligatorie. Dopo la segnalazione in redazione interviene il vicesindaco Polidori e spiega: "Errore umano, moduli verbale cambiati 18 volte. Si rimedierà"

Una multa per non aver indossato i guanti sui mezzi pubblici, ma è un errore visto che si tratta di una misura facoltativa. Lo rileva una segnalazione giunta in redazione da parte di una parente dell'uomo sanzionato una settimana fa in via Giacinto Gallina. Il vicesindaco e assessore alla Polizia Locale Paolo Polidori, interpellato al telefono, dichiara che si tratta di un errore umano e che la multa verrà sicuramente revocata.  

La segnalazione

"Un componente della mia famiglia è stato sanzionato non appena sceso dall'autobus da un Vigile Urbano per non aver indossato i guanti, naturalmente lo stesso stava rispettando la distanza di sicurezza ed era dotato di mascherina per coprire naso e bocca oltre ad avere l'autocertificazione per comprovare la motivazione del suo spostamento". Mascherina e distanza di sicurezza sono, tuttavia, gli unici obblighi all'interno dei mezzi pubblici e i guanti sono facoltativi. "Naturalmente non pagheremo la sanzione - specifica la segnalatrice -, nella speranza che questa possa essere revocata o in alternativa presentando ricorso, viste le evidenze precedentemente riportate".

La replica di Polidori: "Ora si rimedierà, errore umano in tempi difficili"

"C'è sicuramente un errore - spiega il vicesindaco Polidori -, teniamo presente che il verbale è cambiato per 18 volte quindi con tutti questi aggiornamenti è umano sbagliare, ora si rimedierà. Per quanto riguarda il ricorso si può fare un'azione in autotutela o fare ricorso successivamente, e queste persone dovrebbero rivolgersi direttamente alla Polizia Locale. In una situazione del genere tutti sono in difficoltà, sia i cittadini a interpretare gli innumerevoli provvedimenti sia chi ci deve lavorare dovendo modificare moduli e verbali in continuazione. Dalla parte della Polizia Locale garantisco che questa comprensione c'è, spero la abbiano anche i cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: in Fvg 68 nuovi casi su oltre 4 mila tamponi, un decesso

  • Cronaca

    Autovelox: le postazioni dal 10 al 16 maggio

  • Cronaca

    Migrante "picchiato dalla Polizia", per il Tribunale di Roma non c'è nessuna prova

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento