Sequestrate 14mila mascherine "truccate": un indagato per frode

La Gdf di Pordenone ha effettuato un maxi sequestro di mascherine FFP2 con la certificazione CE di una macchina per la schiumatura del latte. INdagato il titolare di un’impresa che vende prodotti sanitari all'ingrosso

Sequestrate dalla Guardia di Finanza di Pordenone 14mila mascherine facciali filtranti, riportanti un indicatore di efficienza “FFP2” e marcatura “CE”, prive dei requisiti di conformità e sicurezza. Nell'ambito dei controlli sul rispetto delle norme anti Covid 19 le Fiamme Gialle pordenonesi hanno controllato due auto, alla cui guida si trovavano il titolare di un’impresa pordenonese, attiva nella commercializzazione all’ingrosso di prodotti sanitari, ed un suo dipendente. All'interno sono state trovate diverse scatole che contenevano mascherine di protezione appena importate dalla Cina e sottoposte a sdoganamento nell’aeroporto di Milano.

Il certficato contraffatto

Controllando il certificato di conformità (che deve attestare gli standard di qualità e sicurezza del prodotto), i militari hanno appurato che il numero identificativo apposto dal fabbricante cinese era riconducibile alla marcatura “CE” di un apparecchio elettrico per “schiumare” il latte. Acclarata la contraffazione del certificato, i militari hanno sequestrato la merce e denunciato alla Procura di Pordenone il rappresentante legale dell’azienda importatrice per i reati di “frode in commercio” e “vendita di prodotti con segni mendaci”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche la società coinvolta nell’operazione commerciale è stata deferita all’A.G. ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001 che prevede la “responsabilità amministrativa degli enti”. La commercializzazione di dispositivi facciali di protezione non “sicuri”, nell’attuale periodo di emergenza, può mettere maggiormente a repentaglio la salute dei cittadini, che, ritenendo di essere adeguatamente protetti indossando una mascherina con potere filtrante “FFP2”, si espongono invece inconsapevolmente al rischio epidemiologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • La segnalazione: "Il ponte sul canale prima o poi viene giù". Il Comune: "A novembre via ai lavori"

  • Un asteroide potrebbe colpire la Terra il 2 novembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento