Cronaca

Sequestrati 25 Kg di pesce scaduto e senza tracciabilità: sanzioni per 10mila euro

Sanzionati dalla Capitaneria di porto di Monfalcone 2 pescherie e 4 ristoranti a Udine e Cividale del Friuli

Individuato dalla Capitaneria di porto di Monfalcone del pesce scaduto in un ristorante e dell'altro prodotto ittico privo di tracciabilità all’interno di una pescheria e di tre ristoranti. L'operazione è stata svolta in alcune pescherie e ristoranti dei Comuni di Udine e Cividale del Friuli nell'intera giornat del 9 novembre. È stato inoltre accertato, presso un’altra pescheria, prodotto ittico messo in vendita senza la prevista etichettatura. In totale sono state applicate 6 sanzioni amministrative per un totale di 10.666 euro e i 25 Kg. totali di prodotto ittico (branzini, orate, ombrine, scorfani, polipi, tonno a pinne gialle, salmone, mazzancolle, code di rospo, capesante, triglie, gambero rosso, baccalà, anguille) individuato con tracciabilità assente sono stati posti sotto sequestro amministrativo.

Per tale prodotto sequestro, in assenza di tracciabilità che dimostri in maniera incontrovertibile la provenienza, è automatico il processo che porta al suo smaltimento da parte di ditta specializzata e autorizzata che, nel caso in cui lo stesso prodotto sottoposto a sistema di verifica risulti idoneo, viene recuperato quale mangime o per altro utilizzo. Il personale del Compartimento Marittimo di Monfalcone proseguirà l’attività di verifica sulla filiera della pesca, inquadrata in un più vasto programma di controlli, coordinati dal X Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Trieste, volto alla tutela del consumatore finale, del prodotto ittico e dell’ambiente marino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 25 Kg di pesce scaduto e senza tracciabilità: sanzioni per 10mila euro

TriestePrima è in caricamento