rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Sanzioni alla Russia

Sequestrato lo yacht dell'oligarca russo Melnichenko

L'imbarcazione Sailing Yacht A è stata stimata del valore di circa 530milioni di euro. Il proprietario era stato inserito nei giorni scorsi nella "lista nera" dell'Ue che comprende 40 persone vicine a Vladimir Putin e quindi sanzionabili

Ieri sera la Guardia di finanza ha sequestrato il Sailing Yacht A dell'oligarca russo Andrey Igorevich Melnichenko. Si tratterebbe dello yacht più grande del mondo, e il suo valore stimato è di 530 milioni di euro. Era ormeggiato nell'arsenale San Marco di Fincantieri per operazioni di manutenzione e ieri i militari della Gdf lo hanno sottoposto a congelamento amministrativo dopo che, nei giorni scorsi, il nome del proprietario era stato inserito nella "lista nera" dell'Unione Europea in quanto parte della stretta cerchia di Vladimir Putin, e per questo passibile di sanzioni.

Melnichenko è il principale azionista del gruppo Eurochem, che produce fertilizzanti, e della società di energia del carbone Suek. Secondo Forbes il suo patrimonio ammonta a quasi 20 miliardi di euro e sarebbe il settimo uomo più ricco della Federazione. Altri sequestri di beni appartenenti agli oligarchi erano già stati effettuati dalle Fiamme Gialle in Liguria nei giorni scorsi, così come in altri paesi europei. Sembra che a Trieste l'operazione si sia concretizzata in un secondo momento anche per impedimenti burocratici, ora evidentemente risolti.

"Stiamo sanzionando gli oligarchi che sostengono l'ingiustificata guerra di Putin in Ucraina e mettendo nel mirino asset e beni di lusso che sono stati fatti uscire dalla Federazione russa - ha scritto su Twitter il segretario di stato statunitense, Antony Blinken -, per assicurarci che quanti stanno propagandando questa guerra non possano godere facilmente della loro ricchezza mentre gli ucraini soffrono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato lo yacht dell'oligarca russo Melnichenko

TriestePrima è in caricamento