Sulla carta maggiorenni, in realtà avevano tre mesi: gatti sequestrati e trafficanti nei guai

L'episodio è iniziato a Villesse e si è concluso in autostrada con l'intervento della Polizia Stradale di San Donà di Piave. Cinque cuccioli di Scottish fold in cerca di padrone

Due cittadini di nazionalità ucraina sono stati denunciati per il traffico di cinque gattini di razza stipati all'interno dell'autocarro e privi dei sistemi di relativa certificazione. L'episodio, iniziato con una segnalazione al casello autostradale di Villesse (Gorizia) e conclusosi grazie all'intervento di una pattuglia del Distaccamento di Polizia Stradala di San Donà di Piave (Venezia), è avvenuto nella mattinata del 14 ottobre scorso e ha visto anche il successivo intervento del personale veterinario dell'AUSSL 4 di Venezia. 

Età dichiarata superiore a quella reale

L'età dei felini di razza Scottish fold dichiarata dai due cittadini ucraini (I.V. del 1981 e I.R. del 1972 ndr) era superiore ad un anno ma sia l'evidenza visiva riscontrata dagli agenti di polizia che l'accertamento effettuato in seconda battuta dai veterinari, ha permesso di stabilire un'età compresa tra i tre ed i quattro mesi. Inoltre, i cuccioli risultavano sprovvisti di microchip e dell'ulteriore documentazione sanitaria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestro e denuncia

Immediato quindi il sequestro degli animali (quattro femmine ed un maschio del valore di circa 1000 ciascuno ndr), della documentazione esibita e del trasportino utilizzato. I cuccioli sono stati affidati in giudiziale custodia, in attesa che l’Autorità Giudiziaria possa valutare l’opportunità di affidarli a persone che ne facciano richiesta per prendersene cura, in ogni caso al termine della verifica delle condizioni di salute da parte dell’Autorità sanitaria competente. I due ucraini dovranno rispondere anche del il reato per maltrattamenti innescati dall'irregolare modalità di trasporto e dell’utilizzo di un unico trasportino peraltro di modeste dimensioni durante un lungo viaggio dall’estero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • Stretta in Slovenia, è lockdown a metà: paese diviso in zone

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

  • Focolaio in casa di cura ad Aurisina: 18 positivi a Pineta del Carso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento