Cronaca

Serracchiani a Santa Croce e alla Casa del Prosecco: «Vorrei dar voce alla comunità Slovena»

La presidente ha rivendicato il contributo della Regione per i terrazzamenti dei pastini, e ha evocato la necessità di migliorare i collegamenti con la città e con il mare, oltre all’opportunità di avere una pista ciclabile

Santa Croce e Prosecco, doppia visita carsolina sabato pomeriggio per Debora Serracchiani e Tatjana Rojc, candidate rispettivamente alla Camera e al Senato alle prossime elezioni politiche. Nella sede del Dom Albert Sirk hanno incontrato i rappresentanti delle associazioni culturali e sportive, raggruppati nell’Associazione Pro Santa Croce presieduta da Boris Bogatec. Serracchiani ha potuto rivendicare il contributo della Regione per i terrazzamenti dei pastini, che stanno molto a cuore ai produttori vinicoli. Si è evocata la necessità di migliorare i collegamenti con la città e con il mare, oltre all’opportunità di avere una pista ciclabile.

«In questi anni - ha detto Serracchiani - ho imparato molto sulle peculiarità e sui problemi della minoranza slovena. Assieme a Tatjana Rojc vorrei dare voce a questa comunità che fuori dal nostro territorio non si conosce, o si conosce troppo poco, e quindi non si apprezza per il suo giusto valore. Vado inoltre fiera - ha aggiunto - degli eccellenti rapporti instaurati tra il Friuli Venezia Giulia e la vicina Repubblica di Slovenia». Una visita al Museo della Pesca, poi a Prosecco per un altro incontro con le locali associazioni e una sopralluogo alla Casa del Prosecco, anche questa «cresciuta con i contributi regionali e naturalmente con l’impegno della comunità».

«Abbiamo fatto un piano del paesaggio - ha spiegato Serracchiani - adesso faremo i piani di gestione». Importanti anche perché il ministro Maurizio Martina ha firmato una deroga per la provincia di Trieste: l’ampliamento delle piantagioni vinicole non sarà più vincolato all’1 per cento, ma potrà essere illimitato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serracchiani a Santa Croce e alla Casa del Prosecco: «Vorrei dar voce alla comunità Slovena»

TriestePrima è in caricamento