menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riforma Sanità, Serracchiani: "Ferruccio Sarò è presidente ombra"

Secondo la deputata del Partito Democratico "Chi governa la sanità ha in mano un potere enorme - osserva Serracchiani - e Saro è l'uomo che, al posto di Fedriga e contro Riccardi, ha scelto la continuità della nostra riforma per garantire la tenuta del comparto sanità in regione"

"La giunta regionale potrebbe utilmente riunirsi a Martignacco, dove ha residenza il presidente-ombra della Regione, il socialista Ferruccio Saro". Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani.

Per l'esponente dem "Saro è una delle menti sottili della Prima Repubblica, tra quei parlamentari che hanno lavorato alla caduta di Berlusconi a Roma e alla vittoria del centrosinistra in Fvg, poi ha letteralmente costruito la candidatura di Fedriga: è normale che oggi sia il dominus della politica regionale. Meno normale che Fedriga sia disponibile a esercitare un ruolo di secondo piano alla guida della Regione".

"Chi governa la sanità ha in mano un potere enorme - osserva Serracchiani - e Saro è l'uomo che, al posto di Fedriga e contro Riccardi, ha scelto la continuità della nostra riforma per garantire la tenuta del comparto sanità in regione: nel merito, bene così. Ma sul mantenimento dell'integrazione ospedale-territorio si è giocato un braccio di ferro in cui Forza Italia è stata spazzata via, e anche la Lega ha dimostrato sudditanza culturale".

"Abbiamo capito che Fedriga può occuparsi senza problemi di politica nazionale perché in regione c'è chi decide al posto suo. Rimane da capire - conclude Serracchiani - come si concili la cultura socialista di Saro con la destra nazionalista".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento