rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Sertubi, Serracchiani: «Impegno condiviso per la reindustializzazione»

19.09 - Incontro con Antonio Gozzi, presidente di Duferco, la società che ha affittato l'area e gli impianti al Gruppo indiano Jindal

« Si è registrato un interesse condiviso per favorire la reindustrializzazione delle aree non utilizzate del sito della Sertubi » . Lo ha confermato la presidente della Regione, Debora Serracchiani, al termine del tavolo promosso  dalla stessa Regione oggi a Trieste sulla situazione dell'azienda  siderurgica triestina, al quale ha partecipato Antonio Gozzi,  presidente di Duferco, la società che ha affittato l'area e gli  impianti al Gruppo indiano Jindal.

All'incontro hanno preso parte, accanto alla presidente, il  vicepresidente e assessore alle Attività produttive Sergio
Bolzonello, il sindaco di Trieste Roberto Cosolini, le  organizzazioni sindacali e Confindustria.

« La proroga fino al 2021 del contratto d'affitto d'azienda formalizzato tra Duferco e Jindal - ha osservato la presidente  Serracchiani - rappresenta intanto una garanzia del posto di  lavoro per i dipendenti rimasti della Sertubi per i prossimi cinque anni » .

« Come Amministrazione regionale - ha proseguito la presidente - abbiamo inoltre confermato l'impegno ad accompagnare eventuali
proposte di reindustrializzazione che dovessero essere avanzate a  Duferco o nell'ambito più generale della procedura di crisi  industriale complessa, affidata a Invitalia, con attenzione naturalmente all'insediamento di Arvedi nell'area della Ferriera » .

Anche il presidente di Duferco ha assicurato la disponibilità a  prendere in considerazione eventuali proposte di insediamento  ("non ci tireremo indietro", ha detto). Secondo Gozzi, che è  anche presidente di Federacciai, la decisione di Jindal di  prorogare l'affitto, così come l'interesse per rilevare  l'acciaieria di Piombino, conferma le strategie degli  imprenditori indiani: la volontà di tenere un piede sul mercato  europeo e di apprendere nello stesso tempo dall'industria europea  gli standard per i prodotti di alta gamma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sertubi, Serracchiani: «Impegno condiviso per la reindustializzazione»

TriestePrima è in caricamento