Cronaca

Servizio civile in Comune, 18 giovani in aiuto ad anziani e persone in difficoltà

L'assessore Carlo Grilli dà il benvenuto ai 18 volontari del Servizio Civile Nazionale

18 volontari di Servizio Civile Nazionale che hanno preso servizio oggi dopo aver vinto le selezioni svolte nello scorso mese di luglio dal Comune di Trieste per i 2 progetti che saranno attivati nell'annualità 2016/2017, sono stati accolti dall’Assessore alle Politiche Sociali Carlo Grilli nella sede di via Mazzini 25.

Da oggi, e per 12 mesi, i volontari saranno impegnati in attività a favore di persone o famiglie fragili accolte nelle strutture residenziali del Comune o seguite dal Servizio Sociale Professionale. Nello specifico, i 10 giovani coinvolti nel progetto “Familiar-mente:  aiuto solidale alle persone e famiglie in difficoltà” saranno impegnati ad accompagnare nella quotidianità le famiglie e le persone in difficoltà in carico al Servizio Sociale del Comune o ospitate presso i Condomini Solidali e il CAD-Centro di Assistenza domiciliare di Opicina. La loro attività si svolgerà sul territorio cittadino in affiancamento agli operatori professionali; fra i loro compiti anche l’accompagnamento di bambini e  persone alle varie destinazioni previste dal progetto  (scuola, ricreatorio, oratorio, associazione sportiva, centro diurno, ecc) e a eventi pubblici, gite e spettacoli e a altre attività di animazione che si svolgono presso i Centri Diurni comunali.

Gli 8 giovani partecipanti al progetto “Grigio chiaro”- animazione nelle strutture residenziali del Comune di Trieste - saranno invece prevalentemente coinvolti in attività di animazione e di socializzazione all’interno delle strutture residenziali del Comune Residenza Gregoretti, Centro per l'Anziano e Residenza Campanelle. I volontari parteciperanno attivamente sia alle attività svolte all'interno che a quelle periodicamente organizzate a livello cittadino o territoriale. Si tratta di attività indispensabili per il mantenimento del benessere degli utenti, e rispondenti ad alcuni bisogni fondamentali per l’equilibrio della persona, quali il bisogno cognitivo, relazionale, associativo, di sicurezza, di autorealizzazione.

L'Assessore Grilli stamane ha accolto il gruppo, formato da 14 ragazze e 4 ragazzi, con entusiasmo, congratulandosi con loro per la scelta fatta, che rappresenta «uno strumento di crescita importantissimo, perché ogni persona seguita, accompagnata, aiutata, dischiude un microcosmo di esperienze, conoscenze ed emozioni che, se condivise, contribuiscono ad arricchire il proprio bagaglio culturale esperienziale e umano. Mettersi al servizio degli altri è una scelta non scontata e forse anche faticosa, ma remunerativa in sé».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio civile in Comune, 18 giovani in aiuto ad anziani e persone in difficoltà

TriestePrima è in caricamento