rotate-mobile
Mobilità transfrontaliera

Al via il nuovo treno transfrontaliero tra Opicina e Fiume

Il 24 aprile la corsa inaugurale. Il servizio giornaliero coprirà la tratta da Villa Opicina a Fiume in circa due ore, offrendo un'alternativa sostenibile per i passeggeri che viaggiano tra Italia, Slovenia e Croazia

TRIESTE - Al via un nuovo servizio ferroviario diretto tra Villa Opicina e Fiume, volto a promuovere la mobilità transfrontaliera e realizzato nell’ambito del progetto Interreg Central Europe "Sustance" in collaborazione con le Ferrovie Slovene e le Ferrovie Croate. Come annuncia il segretariato esecutivo dell’Iniziativa Centro Europea (InCE), la prima corsa è programmata per il 24 aprile. Il servizio ferroviario sarà operato grazie ad un nuovo treno Stadler fornito dalla compagnia ferroviaria Slovena, dotato di moderne comodità come sistema wi-fi, spazio per biciclette e passeggini. Il servizio giornaliero coprirà la tratta da Villa Opicina a Fiume in circa due ore, offrendo un'alternativa sostenibile per i passeggeri che viaggiano tra Italia, Slovenia e Croazia. La partenza è prevista da Villa Opicina alle ore 7:50 con arrivo a Fiume alle ore 9:54. Il ritorno da Fiume sarà alle ore 18:25, con arrivo a Villa Opicina alle 20:40.

All'evento di lancio, il 24 aprile, prenderanno parte Roberto Antonione, Segretario Generale InCE, Cristina Amirante, assessore regionale alle infrastrutture e territorio del Fvg e altre autorità slovene e italiane. L’inaugurazione proseguirà quindi a Fiume con un secondo evento celebrativo dell’arrivo del primo treno dove prenderanno la parola inoltre il sindaco di Trieste Roberto Di Piazza, Marko Filipović sindaco di Fiume, Winfried Ritt del Programma interreg Central Europe, Željko Ukić amministratore delegato di Ferrovie Croate e a varie altre autorità. 

"Questo nuovo servizio - spiega una nota dell'InCE - non solo migliorerà la connettività tra le regioni coinvolte, ma contribuirà anche alla riduzione delle emissioni causate dall'uso predominante dell'auto lungo questo tragitto, promuovendo un approccio più sostenibile alla mobilità. Il progetto "Sustance" si impegna a migliorare il collegamento delle zone rurali, periferiche e transfrontaliere con le principali aree urbane dell'Europa centrale, e questo nuovo servizio rappresenta un importante passo avanti verso questo obiettivo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il nuovo treno transfrontaliero tra Opicina e Fiume

TriestePrima è in caricamento