rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Chiesti 15 milioni / Chiarbola - Servola - Valmaura

Il futuro di Servola passa da Roma: Il Comune a caccia di 15 milioni

L'annuncio da parte del sindaco e degli assessori Savino e Lodi. Se il finanziamento andasse in porto si aprirebbero scenari interessanti per importanti opere di riqualificazione

Per progettare il futuro non bastano le idee, ci vuole anche e soprattutto la capacità di finanziare le opere di riqualficazione. Il futuro di Servola passa attraverso 15 milioni di euro che il Comune di Trieste ha chiesto a Roma. Le risorse dovrebbero essere disponibili grazie ad una linea di finanziamento collegata alla Legge di Bilancio dello scorso 30 dicembre. "Il rione si prepara ad una completa, grande rinascita" così dall'amministrazione Dipiazza. E' stato proprio lo stesso sindaco ad annunciare il finanziamento, in occasione di una conferenza stampa convocata ieri 1 aprile in cui sono intervenuti anche gli assessori al Territorio, Sandra Savino e alla titolare dei Lavori Pubblici, Elisa Lodi. 

"Se riuscissimo a portare a casa questo finanziamento - così il primo cittadino - Servola sarebbe totalmente rivoluzionata in modo straordinario, regalando una bellissima riqualificazione che ci renderebbe orgogliosi". Secondo la Savino il progetto di riqualificazione è necessario anche "per evitare il degrado sociale che avviene quando i luoghi urbani vengono abbandonati". Il progetto che ha in mente il Comune prevede "la riqualificazione dell’area verde di via del Roncheto e del muro perimetrale di cinta del terreno esistente per renderlo così un giardino fruibile al pubblico e ai residenti". 

Le opere saranno soprattutto "strade e verde pubblico" ma in particolare, così la Lodi "sarà riqualificata complessivamente l’area sportiva abbandonata adiacente all’istituto scolastico Biagio Marin e si effettuerà la ristrutturazione complessiva dell’ex scuola Damiano Chiesa per la valorizzazione del presente museo dei presepi e del modellismo, con la realizzazione di laboratori e spazi ad uso collettivo anche per dare luogo a nuove opportunità socio-economiche". Anche l’area dell'ex-cinema verrà riqualificata, come pure la scuola Biagio Marin. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il futuro di Servola passa da Roma: Il Comune a caccia di 15 milioni

TriestePrima è in caricamento