'Sex&Sauvignon', il singolo d'esordio del cantautore pop Ribaltavapori

Il brano anticipa l'album in uscita a fine 2020.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Ribaltavapori lancia oggi 21 settembre il suo singolo Sex&Sauvignon, una samba canção, che racconta la storia di Diego e Silvia e che anticipa l’album in uscita a fine 2020. Ribaltavapori cammina per via del Bosco a Trieste dove, su un muro, giganteggia la scritta “Diego e Silvia” con un grande cuore di vernice spray. Ribaltavapori si figura una storia dalle dinamiche note: Diego cerca di conquistare Silvia con una romantica cenetta in un ristorante fancy, dando a intendere di essere un esperto enogastronomo. Lei sembra non starci, cerca di trattenersi, ma, in realtà, è interessata. Sa già che “non dormiranno prima delle tre”. Il video è in uscita al termine dell’estate (il 29 settembre), ma è ambientato in una calda giornata di luglio. E’ in bianco e nero, quasi fosse già un ricordo. Così come il ricordo è rappresentato dai protagonisti del video, forse volutamente troppo giovani per raccontare la stessa storia, adulta, convenzionale e quasi banale, di Diego e Silvia. Ribaltavapori, supportato da WAVES Music Agency, si fa aiutare alla produzione musicale da Alessandro Giorgiutti (AbbaZabba), già produttore di Narciso Yepess e Toni Bruna e nella realizzazione del videoclip dal regista Pietro Bettini e dal direttore della fotografia Arti Merdov. Ribaltavapori, che poi è Antonio Uras, scrive e compone a Trieste, imbracciando la sua chitarra, ma non vuole che si sappia che è lui.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento