Cronaca Via San Marco

Picchia la barista e l'amica, poi sfonda la vetrata del un bar

Denunciato il 39enne che, ubriaco, ha aggredito la barista che ha rifiutato le sue avances e l'amica che cercava di difenderla. Una volta chiuso fuori dal bar in via San Marco è rientrato spaccando la vetrina. Intervento della Polizia tra sangue e vetri rotti

Percosse e insulti alla barista, poi all'amica accorsa in sua aiuto, aggressioni concluse con l'intervento della Polizia tra sangue e vetri rotti. È successo sabato pomeriggio (25 maggio) in un bar di via san Marco: la Polizia di Stato ha denunciato per danneggiamento aggravato e oltraggio a pubblico ufficiale un cittadino albanese, S.M., nato nel 1980 e residente in città.

I fatti

Durante la consumazione delle bevande l'uomo ha iniziato a importunare la banconiera, che ha rifiutato le avances, così ha iniziato a insultarla e poi ad aggredirla. In suo aiuto un'amica, dapprima insultata e poi colpita con pugni e schiaffi. Con l'aiuto di un avventore, l'uomo, palesemente ubriaco, è stato fatto uscire a fatica dal locale e la banconiera si è rinchiusa all'interno, per poi telefonare al 112. Il 39enne, fuori di sè, ha infranto la porta a vetri del bar ed è entrato ferendosi all'avambraccio destro.

Furti, violenze, minacce: in sette "banditi" dal Goriziano 

L'intervento della Polizia

Gli agenti della Squadra Volante intervenuti hanno notato le donne e l'uomo ricoperti di sangue, vetri a terra e macchie di sangue a terra e sul mobilio del bar. Dapprima collaborativo e in attesa dei sanitari del 118, ha cercato di scagliarsi contro le donne, i presenti e gli agenti offendendoli e oltraggiandoli. L'amica della donna e l'aggressore sono stati accompagnati all'ospedale di Cattinara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la barista e l'amica, poi sfonda la vetrata del un bar

TriestePrima è in caricamento