rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Sgomento ed Indignazione per la Bagarre tra Operatori Sanitari

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una segnalazione della sig.ra Luisa Zorzin, Infermiera professionale Azienda per i Servizi Sanitari N. 1 Triestina Sono un’infermiera dell’Azienda Sanitaria e mi dissocio fermamente dal vergognoso documento...

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una segnalazione della sig.ra Luisa Zorzin, Infermiera professionale Azienda per i Servizi Sanitari N. 1 Triestina

Sono un'infermiera dell'Azienda Sanitaria e mi dissocio fermamente dal vergognoso documento firmato da 300 dipendenti della mia stessa azienda mediante il quale vengono mosse gravissime accuse ai nostri colleghi operanti in ospedale. Da parte mia, devo tutta la mia professionalità all'ospedale, dove ho lavorato per 12 anni imparando tutto quello che conosco attualmente e dove sono venuta a contatto con colleghi molto competenti e preparati sia dal punto di vista umano sia da quello professionale, tanto infermieri quanto medici.

In Azienda Sanitaria ho trovato troppa politica con innumerevoli casi di soprusi, attacchi e vessazioni contro professionisti molto competenti semplicemente a causa delle loro idee "non allineate" alla politica aziendale. Per quanto mi riguarda, ritengo che dei VERI professionisti in campo sanitario non possano, ma soprattutto non debbano, usare la sanità per fare politica e/o per raggiungere scopi personali che poco o nulla hanno a che vedere con la cura del malato; credo altresì che sia gravissimo che dei sanitari attacchino in maniera così irresponsabile e veemente i loro stessi colleghi semplicemente perché appartenenti ad un'azienda sanitaria che segue una diversa politica aziendale.

Il fine ultimo di noi operatori della sanità è quello di garantire ed assicurare la salute e le cure mediche ed infermieristiche ai nostri assistiti e perciò denigrare i propri colleghi instillando malsani dubbi nei pazienti è veramente vergognoso, oltre che assolutamente non etico.
Sicuramente in ogni posto di lavoro vi sono delle cose perfettibili, tanto in ospedale quanto in Azienda Sanitaria, perciò farsi una guerra fratricida a colpi di maldicenze e lettere sui giornali invece che lavorare per migliorare ciò che non va bene è veramente molto triste nonché stupido.

Spero che l'assessore regionale alla sanità sig. Kosic ed i vertici dell'Azienda Sanitaria assumano i necessari provvedimenti nei confronti dei firmatari della vergognosa lettera ai fini di tutelare la dignità e la professionalità di tutti coloro che non l'hanno firmata, evitando così di farsi coinvolgere in dozzinali giochi politici invece che dedicarsi al benessere ed alla salute dei pazienti affidati alle loro cure. Non va dimenticato infatti che i firmatari sono solo 300 su un totale di circa 1200 dipendenti. Trattasi di pochi "operatori sanitari dei distretti" costituitisi per proprio conto nella sedicente "Assodis", operatori che rappresentano soltanto se stessi ed il loro pensiero e non certamente l'interezza dei sanitari operanti nell'ASS1 Triestina.

Credo quindi che invece di dare risalto all'irrisorio 25% del personale sanitario dell'Azienda Territoriale che attacca i propri colleghi e lo pure pubblicizza sui giornali, sarebbe più opportuno mettere in luce l'etica e la professionalità dimostrati dal 75% del personale sanitario della medesima azienda che si è rifiutato di firmare un simile vergognoso documento!

Io nel corso del mio lavoro in Azienda Sanitaria ho sempre trovato disponibilità, collaborazione e grande professionalità sia da parte degli infermieri sia da parte dei medici ospedalieri e insieme abbiamo sempre operato sinergicamente per prenderci cura dei nostri pazienti in maniera quanto più completa ed idonea possibile; in alcuni casi sono addirittura arrivata ad attivare senza alcun tipo di problema promettenti "rapporti di collaborazione" con servizi ospedalieri; non posso perciò capire né tantomeno approvare questa insulsa guerra fratricida.

Ai miei colleghi infermieri ma anche ai medici che operano in ospedale, và il mio incondizionato appoggio, la mia stima e tutta la mia solidarietà contro un simile spregevole attacco di così basso stile.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomento ed Indignazione per la Bagarre tra Operatori Sanitari

TriestePrima è in caricamento