Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Sgominata Banda di Ladri Specializzata nel Furto di Suv di Lusso. Il Video

I valichi triestini erano utilizzati dai criminali per espatriare le auto rubate a Roma. Coinvolta anche la Polizia slovena Una banda di professionisti, caparbi e ben organizzati, è stata sgominata dalla Polizia giudiziaria del dipartimento...

I valichi triestini erano utilizzati dai criminali per espatriare le auto rubate a Roma. Coinvolta anche la Polizia slovena

Una banda di professionisti, caparbi e ben organizzati, è stata sgominata dalla Polizia giudiziaria del dipartimento Polizia Stradale del Friuli Venezia Giulia, grazie anche all'aiuto della Polizia slovena. I nove criminali, tutti pluripregiudicati, anno rubato ben 27 suv BMW e Range Rover nell'arco dei quattro mesi che è durata l'indagine diretta dal Pm Federico Frezza.

Ladri caparbi e senza scrupoli, capaci di sfondare i posti di blocco della Polizia e farsi inseguire per chilometri. Addirittura la Polizia slovena in un'occasione è stata costretta a fermare un tir e a disporlo trasversalmente alla carreggiata per costringere un fuggitivo ad arrendersi dopo aver sfondato ben due blocchi.

Caparbi fino al punto di causare incidenti e schiantarsi contro gli alberi durante gli inseguimenti (foto in alto).


Ladri talmente sprezzanti da affermare agli agenti che li hanno fermati: «Complimenti. Se mi lasciavate un metro vi sfondavo».
Professionisti organizzati con materiale altamente tecnologico, chiavi vergini per suv dal valore commerciale superiore a 40 mila euro, capaci di rubare questi veicoli in solo 1 minuto e 47 secondi - fatto che ha stupido il personale delle case automobilistiche citate -.

L'indagine ha portato all'arresto di nove uomini di nazionalità rumena o moldava e il sequestro di 11 suv dal valore commerciale superiore ai 600 mila euro.

Tutto è cominciato dal mancato rispetto all'ordine di fermarsi da parte di una BMW X1 al confine italiano, auto poi ritrovata abbandonata con una ruota bucata poco oltre il confine.

Questo atteggiamento ha cominciato a insospettire gli agenti e gli ispettori della Polizia stradale e di frontiera.

Così è stato scoperto il modus operandi della banda.

Le auto, rubate nella zona di Roma, venivano poi portate nell'est Europa nel giro di uno o due giorni (così da evitare che la denuncia di furto giungesse prima di loro al confine) e poi rivendute per soli 5 o 6 mila euro.

La banda si era organizzata con delle staffette, cioè delle auto che andavano in avanscoperta per capire se e dove era più facile non incontrare ostacoli o Polizia.

Ma questo stratagemma, una volta scoperto dalla Polizia, è stato utilizzato contro di loro.

Nella tarda serata del 18 giugno, una "trappola" ha portato al sequestro di quattro auto rubate e altre "staffette", con il conseguente arresto dei conducenti (foto e video).

Lasciando un solo casello del Lisert aperto, è stata scientificamente creata una piccola coda17 agenti in borghese e le 7 volanti intervenire e arrestare i criminali, colti totalmente di sorpresa visto che il loro capo Pintea Dionise, una delle staffette, aveva comunicato agli altri il "via libera".





Gli arrestati - i capi d'imputazione li decideranno a Roma - sono (nell'ordine delle foto): Casu Ion (moldavo di 28 anni), Cega Alexandru (romeno di 32 anni), Colta Iure (moldavo di 26 anni), Ibanji Ion (moldavo di 32 anni), Nicolae Ionut (romeno di 29 anni), Oanta Florian Dorian (romeno di 24 anni), Plescan Viorel (romeno di 31 anni), Pintea Dionise (moldavo di 27 anni) e Badescu Nicolae Daniel (romeno di 46 anni).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominata Banda di Ladri Specializzata nel Furto di Suv di Lusso. Il Video

TriestePrima è in caricamento