rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

"Si aumentino le pensioni minime!"

16.10 - Lo chiede il presidente regionale dell'ANAP, Pietro Botti, in ottemperanza alla Carta Sociale Europea

«Se una cosa si vuole, una strada si trova.» Questo l'epitaffio che conclude la presa di posizione del presidente dell'Associazione Nazionale Artigiani Pensionati, Anap Fvg Pietro Botti, a proposito delle condizioni di vita dei pensionati italiani. L'esordio, tuttavia, non era stato da meno: «é un dovere sia morale che costituzionale garantire a chi si ritrova privo del minimo vitale una vita dignitosae non si parli di mancanza di risorse: è una scusa.» Inoltre, «secondo un rapporto del Centro Europa RicercheIl 44% dei pensionati del Fvg vive in condizioni di semi povertà con una pensione inferiore a 1.000 euro lordi mensili.» Ma non è questa la cosa peggiore, secondo Botti: «la cosa peggiore é che nell'ultimo anno, secondo l'Istat, i pensionati caduti in unpovertà definibile come assoluta sono il 22% in più. Il che vuol dire più ultrasessantacinquenni senza i mezzi necessari per beni e servizi essenziali, mentre le social card e i Sia (Sostegno per l'Inclusione Attiva) finora utilizzati sono serviti a ben poco. Per questo, l'Italia deve rispettare la Carta Sociale Europea, ed adeguare a poco a poco i minimi pensionistici fino ad arrivare al 40% del reddito medio nazionale, cioè ai 650 euro mensili.»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si aumentino le pensioni minime!"

TriestePrima è in caricamento