rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Sicurezza Alimentare: Controlli Guardia Costiera Trieste

Sanzioni amministrative fino a 1.500 euro e il sequestro di sei chilogrammi di pesce, per mancata tracciabilita', sono il risultato di controlli effettuati dalla Capitaneria di Porto di Trieste sulla commercializzazione dei prodotti itticia tutela...

Sanzioni amministrative fino a 1.500 euro e il sequestro di sei chilogrammi di pesce, per mancata tracciabilita', sono il risultato di controlli effettuati dalla Capitaneria di Porto di Trieste sulla commercializzazione dei prodotti itticia tutela del consumatore dalle frodi alimentari.
I militari hanno svolto controlli principalmente per contrastare la vendita di prodotti sprovvisti di documentazione sulla provenienza e la vendita di prodotto spacciato per tipico del Mediterraneo ma in realta' proveniente da altra zona o venduto come fresco ma in realta' decongelato.

Si e' provveduto anche alla verifica del rispetto delle normative nazionali ed europee in materia di cattura, produzione, commercializzazione e consumo dei prodotti della pesca. I controlli, in totale 53, sono stati orientati all'intera filiera della pesca: punti di sbarco, grossisti, mercati ittici, punti vendita nei supermercati, pescherie e ristoranti, con la collaborazione del personale delle Agenzie delle Dogane presso i valichi di frontiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza Alimentare: Controlli Guardia Costiera Trieste

TriestePrima è in caricamento