menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza a Ferragosto: la Polizia controlla le zone "a rischio"

Nelle zone di mare e in quelle in cui si registra la presenza e l’afflusso di più persone è stato rafforzato il controllo del territorio

La Polizia di Stato annuncia stretti e capillari controlli a Ferragosto, a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, in un’ottica di sicurezza partecipata. Soprattutto in questi mesi estivi nelle zone di mare e in quelle in cui si registra la presenza e l’afflusso di più persone è stato rafforzato il controllo del territorio e particolare attenzione viene riservata a quelle aree che risultano a rischio di degrado socio-ambientale.

Presenza costante

Una presenza a volte discreta, ma anche visibile con servizi in uniforme, per dissuadere i malintenzionati a compiere furti in abitazioni e raggiri e truffe nei confronti di persone sole o anziane. Fenomeni che sono monitorati e che si cerca di fronteggiare anche attraverso idonee e specifiche campagne informative, di sensibilizzazione e di prevenzione, a tutela in particolare delle fasce più deboli della popolazione.

I controlli

Le Volanti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico vigilano la città, mentre gli equipaggi della Polizia di frontiera svolgono controlli di retrovalico introdotti dopo l’ingresso della Slovenia nell’area Schengen. A mare la sicurezza è garantita dagli equipaggi della Squadra nautica; personale a bordo delle moto d’acqua e pattuglie appiedate lungo la riviera di Barcola. Garantiti i controlli di frontiera marittima da parte del personale della Polizia marittima, così come la vigilanza in ambito portuale. Pattugliate, infine, le trafficate arterie extraurbane da parte della Polizia stradale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento