menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, Festa dell'Arma dei Carabinieri: reati in calo del 10% ma occhio alle mafie

Rapine in aumento. Premiati i militari che si sono distinti in importanti operazioni di servizio

Il 5 giugno 2018, a Udine, presso la Caserma “Brig. MOVM Attilio BASSO”, sede del Comando Legione Carabinieri “Friuli Venezia Giulia”, è stato celebrato il 204° Anniversario di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

Analoga cerimonia si è tenuta presso il Comando Provinciale di Trieste, alla quale hanno partecipato le Autorità cittadine e del territorio. Il Comandante della Legione, Generale di Brigata Vincenzo PROCACCI, dopo l’omaggio ai Caduti, ha elogiato il fattivo impegno di tutti i carabinieri operanti nel Friuli Venezia Giulia. Esaltando, in particolare, il ruolo della Stazione definita quale “autentica sentinella del territorio” e percepita dai cittadini come vero e proprio “patrimonio della comunità”. A conferma dell’eccellente lavoro svolto, il Comandante della Legione ha sottolineato “con un pizzico di giustificato orgoglio” come nella cerimonia svoltasi a Roma il Sig. Comandante Generale abbia premiato, tra i cinque Comandanti di Stazione maggiormente distintisi sull’intero territorio nazionale, anche il Luogotenente Paolo Capparelli, Comandante della Stazione di Cormons, che in quell’alto consesso potrà rappresentare idealmente tutti i Comandanti di Stazione della Legione.

Il colonnello Daniel Melis, comandante provinciale dei carabinieri di Trieste, ha sottolineato un calo generale dei reati del 10%. Aumentano, invece, le rapine e la situazione legata ai ricercati a livello internazionale. Due le sfide per quest'anno: le infiltrazioni della criminalità organizzata e gli estremismi religiosi nel nostra città, da sempre multiculturale.

In seguito, nella cerimonia a Trieste, sono stati premiati 20 militari perché distintisi in importanti operazioni di servizio, tra le quali spicca l’operazione antidroga che l’anno scorso portò all’arresto di 15 persone, al deferimento di altre 21 e al sequestro di oltre 60 Kg di droga.

A Udine sono state consegnate 13 ricompense a militari dell’Arma particolarmente meritevoli (in allegato). Spiccano per importanza le due medaglie di bronzo al merito civile concesse dal Ministro dell’Interno. La prima al Brigadiere Capo Nicola Licari, effettivo alla Stazione di Grado, che a Cervignano del Friuli, mentre si recava a piedi verso la caserma per intraprendere il servizio, non esitava a soccorrere una donna caduta accidentalmente nelle acque gelide e agitate del fiume Ausa. La seconda medaglia è stata concessa al Vicebrigadiere Marco Tagliavini, in servizio alla Stazione di Trieste Scorcola, per essersi più volte gettato nelle acque del porto di Trieste per salvare un’anziana caduta in mare a bordo dell’autovettura, nella quale si trovava intrappolata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento