Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Scontri tra bande, il Prefetto: «Evitare allarmismi» e aumentano i controlli a Barcola

Vertice ieri in Prefettura con Sindaco e vertici delle Forze dell'ordine sulla sicurezza e i fatti avvenuti in via del Toro e Topolini. Sottolineati i dati dei reati in calo in città, come oltre 15% in meno i reati contro la persona rispetto l'anno precedente

Una parola, "sicurezza", con tre chiavi di lettura differenti. Si potrebbe sintetizzare così la questione che tiene banco da martedì scorso in città, dal giorno in cui abbiamo pubblicato per primi le foto del nostro lettore Giovanni Bacaro sullo scontro tra le bande serba e kosovara in via del Toro, con tanto di spranghe, bastoni e catene. Da quel momento le indagini dei giornalisti e delle Forze dell'ordine hanno fatto emergere una sorta di "guerra etnica" per il "dominio" dei Topolini di Barcola, dove quotidianamente, a detta di bagnanti e assistenti bagnanti, si verificano molestie ai danni in particolare delle ragazzine e furti.

Le tre visioni differenti sono quelle dei cittadini, che si sentono insicuri e hanno dato il via a dei movimenti e manifestazioni spontanee come quella del campione di pugilato Tuiach e dell'Associazione Spiz; poi c'è la visione dell'opposizione politica in Consiglio comunale che parla di emergenza e chiede al sindaco di aumentare l'impiego di Polizia Locale e invitare al pugno di ferro Polizia e Carabinieri; infine ci sono le rassicurazioni e il tentativo di calmare le acque delle istituzioni, amministrazione pubblica e vertici delle Forze dell'ordine per cui non esiste un'"emergenza sicurezza" in città.

Adelaide Francesca Garufi-2Nel vertice di ieri in Prefettura, a cui erano presenti il sindaco Cosolini e i vertici delle Forze dell'ordine, il prefetto Francesca Garufi ha affermato - come riportato dalla Rai - che «i controlli a Barcola verranno rinforzati come ogni estate, ma non bisogna reagire in maniera spropositata a queste dinamiche giovanili, va data la giusta considerazione, ma non c'è un allarme "Bronx". Grazie al pressing delle Forze dell'ordine e al monitoraggio della Polizia Locale si riesce a mantenere una discreta situazione di sicurezza pubblica». Garufi ha poi commentato i raduni che si terranno il prossimo 28 giugno ai Topolini sottolineando che «va bene la partecipazione attiva della cittadinanza, ma tutto deve avvenire secondo i canali corretti, senza dare vita alla giustizia fai da te».

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri tra bande, il Prefetto: «Evitare allarmismi» e aumentano i controlli a Barcola

TriestePrima è in caricamento