menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, Viterbo (sindacato polizia Adp): «Sicurezza cittadini minata da scellerata accoglienza»

Tommaso Viterbo, segretario provinciale del sindacato Autonomi di Polizia, in seguito alla lettera aperta della presidente del Fvg al ministro dell'Interno Minniti

Il segretario provinciale di Trieste del sindacato Adp (Autonomi di Polizia), Tommaso Viterbo, sulle ultime esternazioni della presidente della regione Debora Serracchiani in merito alla sicurezza: «Che il presidente della regione fvg serrachiani voglia correre ai ripari è evidente. È facile chiedere ora al ministro dell’Interno Minniti il rimpatrio dei migranti non integrati. E solo adesso si rende conto che è il caso di potenziare stabilmente gli organici delle Forze di polizia?»

«Purtroppo la sicurezza dei cittadini nel Fvg è stata minata dallo scellerato modo di accogliere in regione gli immigrati soprattutto quelli clandestini, quelli privi di documenti, quelli chiedenti asilo politico e quelli dediti ai reati, quindi senza alcun titolo a restare sul territorio nazionale. Tutti quei soldi spesi per l’integrazione degli immigrati fatta ad improvvisazione, non si potevano spendere a favore delle Forze di polizia, potenziando gli organici, i mezzi, le strutture e adeguando gli stipendi degli operatori di polizia?»

«Adesso appare troppo facile e semplicistica la questione, bastava ascoltare i sindacati di polizia che già da molto e in tempi non sospetti denunciavano tutto ciò. Il clima di allarme sociale l’Adp lo aveva a più riprese denunciato, già dai primi arrivi in regione degli immigrati, da subito la tranquillità del territorio locale è cambiata, si è percepito un disagio da parte dei cittadini i quali non erano abituati ad un clima “quasi da copri fuoco” (ad esempio a Trieste le donne erano abituate ad uscire da sole la sera, senza problemi, ora ci vorrebbe la scorta)».

«Le Forze di polizia, sono sempre riuscite ad arginare fino ad oggi con pochi mezzi e poche risorse umane questo fenomeno, ora sembra quasi ingestibile, i cittadini sono stanchi e stufi di subire atti di violenze in genere e reati ad opera di quegli immigrati balordi, probabilmente infiltrati a quelli che realmente scappano dai loro paese di origine e sicuramente tra questi c’è gente che ha veramente bisogno di aiuto, ma che purtroppo ci stiamo rendendo conto che solo la minoranza è gente per bene. Caro presidente della regione Friuli Venezia Giulia Debora Serrachiani, malgrado tutto… meglio tardi che mai (anche se forse è comunque troppo tardi!»
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento