Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Sigilli all'Etnoblog, Locale sotto Sequestro Preventivo

Il provvedimento è arrivato in seguito a un'operazione della Questura di Trieste Nella notte tra sabato e domenica, intorno alle 2 di notte, gli operatori della Questura hanno avviato dei controlli presso l'Etnoblog, il locale in Riva Traiana che...

Il provvedimento è arrivato in seguito a un'operazione della Questura di Trieste

Nella notte tra sabato e domenica, intorno alle 2 di notte, gli operatori della Questura hanno avviato dei controlli presso l'Etnoblog, il locale in Riva Traiana che negli ultimi due mesi è stato scenario di diverse perquisizioni antidroga e risse. A seguito dell'operazione è stato disposto il sequestro del locale a causa di alcune irregolarità riscontrate. Ora gli incartamenti sono al vaglio della Prefettura.

Questo il commento pubblicato dai titolari del locale sulle loro pagine Facebook:

Sabato l'Etnoblog è stato posto sotto sequestro preventivo. Al centro della vicenda l'irrisolto problema della capienza. A fine novembre la Commissione Tecnica Comunale di Pubblico Spettacolo ci autorizzava a una capienza di 300 persone ma temporaneamente, per il festival Electroblog. L'unico ostacolo tra questa temporaneità e l'autorizzazione definitiva è rappresentato dalla definizione del complesso iter burocratico-amministrativo di ratificazione di tutte le modifiche strutturali apportate negli anni e di riaccatastamento delle nuove planimetrie, procedimento che coinvolge Consorzio Ausonia, Autorità Portuale, Capitaneria di Porto, Comune di Trieste, Vigili del fuoco, Sovrintendenza, Prefettura. Abbiamo continuato a lavorare, fiduciosi di poter incontrare un atteggiamento di buon senso da parte delle autorità preposte, partendo dal fatto che la Commissione aveva già sancito che 300 persone potevano stare tranquillamente all'interno del circolo e che successivamente non è stata fatta nessuna modifica agli impianti e alle strutture e che pertanto non sussiste alcuna condizione di pericolo, dati per accertati i metri quadri calpestabili dal pubblico, il numero e l'ampiezza della uscite di emergenza. Ribadiamo che si tratta di una ratifica su carta di una situazione di fatto, esistente e già accertata e approvata da una Commissione seppur temporanea. Abbiamo continuato a lavorare perché il circolo tra gestione diurna e serale dà lavoro a 20 dipendenti della cooperativa sociale On Stage, che, al momento attuale, sospendendo tutte le attività a data indefinita, si ritrovano senza un reddito. Questo senza contare che il circolo realizza e sostiene anche autonomamente progetti nel campo dell'immigrazione, della lotta alla tratta di esseri umani, della prevenzione e riduzione del danno e dell'aggregazione giovanile. Speriamo pertanto che sia possibile ottenere almeno la riapertura del centro per permettere lo svolgimento delle attività sociali; tutte le attività serali e di intrattenimento resteranno sicuramente sospese fino al completamento dell'iter per l'aumento definitivo della capienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigilli all'Etnoblog, Locale sotto Sequestro Preventivo

TriestePrima è in caricamento