Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Sigillo Trecentesco a Luisa Nemez, Dipiazza: «Hai fatto molto per questa città»

Il sindaco Roberto Dipiazza ha conferito il sigillo trecentesco di Trieste a Luisa Nemez, giornalista pubblicista, insegnante, assessore comunale, figura di spicco nell'ambito dell'associazionismo e del volontariato

«Cara Luisa bentornata, sei riuscita da fare tante cose per la nostra città e sei una delle persone che questo riconoscimento se lo merita veramente». Con queste parole il sindaco Roberto Dipiazza ha conferito il sigillo trecentesco di Trieste a Luisa Nemez, giornalista pubblicista, insegnante, assessore comunale, figura di spicco nell'ambito dell'associazionismo e del volontariato, presidente e anima dell'ADOS (Associazione Donne Operate al Seno), impegnata da sempre per la prevenzione, cura e riabilitazione delle donne, oltre che attiva nei vertici dell'Associazione Consumatori.

All'affollata cerimonia, svoltasi oggi (giovedì 23 febbraio) nel salotto azzurro del Comune, sono intervenuti anche il vicesindaco Pierpaolo Roberti, gli assessori Lorenzo Giorgi, Angela Brandi e Michele Lobianco, oltre a familiari, parenti, amici e tante persone e volontari dell'ADOS.

«Grazie per questo riconoscimento che mi onora e commuove, ma io no sono una personalità» ha detto Luisa Nemez. «Tu -ha aggiunto subito il sindaco- sei un persona che si è occupata della città e che ha fatto molto per il prossimo». Così la Memez ha ricordato la nascita dell'ADOS e il costante impegno profuso a partire dagli anni '70 per dare assistenza, conforto e aiuto alle donne operate al seno, per far sì che la parola cancro non fosse più un tabù e per andare incontro ai bisogni emergenti. Una missione, quella dell'ADOS, riconosciuta e apprezzata anche dall'oncologo Umberto Veronesi.

«Premio prestigioso, prezioso -ha scritto LuisaNemez sul libro d'oro del Comune- che onora, commuove e impegna». Aggiungendo poi a voce un' esortazione: «date perché per chi dà la vita non trascorre invano». Un bell'augurio da parte di un'attiva signora del 1925, che sa guardare al futuro senza dimenticare gli altri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigillo Trecentesco a Luisa Nemez, Dipiazza: «Hai fatto molto per questa città»

TriestePrima è in caricamento