Cronaca

Proteste antigovernative a Bogotà, arrestato triestino di 34 anni: verrà espulso

Si tratta di Silvio Ginanneschi, nato a Trieste nel 1987 e accusato di essere parte di Primera Linea, movimento che da tempo protesta nelle strade di Bogotà. La notizia la riporta El Tiempo

E' triestino il 34enne di nazionalità italiana arrestato a Bogotà dalla polizia colombiana in occasione delle manifestazioni di protesta contro il governo che da settimane "infiammano" la capitale e altre zone del Paese. Silvio Ginanneschi è accusato di far parte del movimento Primera Linea e, come riporta il quotidiano El Tiempo, verrà espulso dalla capitale. Secondo quanto pubblicato da Alianza Resistencia Colombia, l'italiano si trovava nella località di Usme (distretto a sud di Bogotà) assieme ad altre 200 persone quando ci sono stati degli scontri tra manifestanti e la polizia colombiana. 

E' stato l'account di Radio Colombia a mostrare il video in cui il triestino mette in evidenza, a favor di telecamera, il suo passaporto. Secondo fonti vicine al governo riportate sempre da ARC, Ginanneschi sarebbe stato trovato in possesso di un casco, guanti e maschera antigas. Sarebbe stato lui stesso ad affermare di far parte di Primera Linea. Assieme ad altre dieci persone è stato trasportato alla Procura distrettuale di Kennedy, distretto sudoccidentale della capitale. Tra le presunte accuse anche quella di violenza contro pubblico ufficiale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proteste antigovernative a Bogotà, arrestato triestino di 34 anni: verrà espulso

TriestePrima è in caricamento