rotate-mobile
La protesta / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Guglielmo Oberdan

"Situazione insostenibile", gli esodati del superbonus protestano davanti alla Regione

I consiglieri del Patto per l'Autonomia: "Oltre 29 variazioni alla legge hanno creato problemi molto seri in chi, in buona fede, ha avviato lavori di ristrutturazione del proprio immobile, senza, però, riuscire ad arrivare in fondo". La questione sarà portata in commissione

TRIESTE - Gli "esodati" del superbonus si sono riuniti davanti al palazzo del Consiglio regionale alla presenza dei consiglieri regionali Simona Liguori, Enrico Bullian e Giulia Massolino del Gruppo Patto per l’Autonomia - Civica Fvg. "Una grande occasione per molti, una trappola per altri - spiegano i consiglieri in una nota -. Il superbonus 110 e il meccanismo della cessione del credito sono diventati un incubo senza uscita per tante famiglie, imprenditori e professionisti. Oltre 29 variazioni alla legge hanno creato problemi molto seri in chi, in buona fede, ha avviato lavori di ristrutturazione del proprio immobile, senza, però, riuscire ad arrivare in fondo a causa dell’impasse sul mercato della cessione dei crediti e dei mille cambi di regole arrivati nel corso dell’ultimo anno e mezzo".

"Ci siamo subito attivati – spiegano Liguori, Bullian e Massolino – affinché la Regione faccia la propria parte per metterli nelle condizioni di trovare delle soluzioni. È un problema serio che riguarda tante famiglie della nostra regione. Chiederemo quindi che venga convocata la competente Commissione per ascoltare gli esodati e dar loro un supporto, spronando la Regione affinché si attivi presso il governo che deve agire tempestivamente per porre fine a questa crisi finanziaria che sta causando sofferenza a tante famiglie e a tanti imprenditori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Situazione insostenibile", gli esodati del superbonus protestano davanti alla Regione

TriestePrima è in caricamento