menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio (Milano Today)

Immagine di repertorio (Milano Today)

Stazione centrale, scoperto l'apparecchio che clona le carte di credito

A darne notizia è la Rai. Qualche giorno fa la Polizia Ferroviaria e i tecnici delle Ferrovie sono riusciti ad individuare lo skimmer, uno strumento capace di leggere i dati delle carte. A metà agosto arrestate due persone in stazione centrale a Milano

Un dispositivo capace di clonare carte di credito e bancomat è stato individuato un paio di giorni fa nella biglietteria automatica della stazione Centrale di Trieste. A darne notizia è la Rai. L'apparecchio, si legge nella notizia, sarebbe in grado di "leggere e anche di immagazzinare in memoria i dati della banda magnetica dei badge". Secondo il servizio pubblico la Polizia Ferroviaria e i tecnici delle Ferrovie sono riusciti ad intervenire prima che l'apparecchiatura illegale iniziasse a registrare e a rubare dati dei clienti". 

Il precedente a Milano

A metà agosto due cittadini di origine romena erano stati arrestati dalla Polfer mentre cercavano di clonare le carte di credito attraverso uno skimmer, vale a dire lo strumento comparso in stazione a Trieste. In quel caso, come riferito dalla Polfer di Milano e raccolto dai colleghi di Milano Today, "i due avevano montato su una delle macchinette automatiche per i biglietti una microcamera per "salvare" i codici pin delle carte e uno skimmer, un congegno elettrico in grado di memorizzare tutti i dettagli dei bancomat e per questo molto spesso usato dai malviventi sugli Atm delle filiali bancarie". 

La coppia è stata fermata quando, convinta di farla franca, si è avvicinata all'emettitrice automatica per recuperare gli attrezzi del mestiere. I due sono anche stati trovati in possesso di due schede "vergini" - sulle quali con ogni probabilità avrebbero scaricato i dati delle carte clonate - e di una transazione bancomat di 6mila sterline, segno che qualcuno era già caduto nella loro rete". 

Sull'episodio di Trieste sta indagando la Polizia ferroviaria che sta analizzando le registrazioni delle telecamere presenti in stazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento