Aiuti dal veneto

Slovenia in ginocchio dopo il maltempo, in arrivo aiuti dal Veneto

Domani tecnici e volontari della Protezione civile del Veneto in Slovenia per installare un ponte Bailey. Zaia: "Veneto in soccorso della popolazione slovena colpita da alluvioni"

BELLUNO - “La Regione del Veneto, attraverso la nostra direzione di Protezione Civile regionale, si è messa a disposizione del Dipartimento di Protezione Civile nazionale per andare in soccorso delle popolazioni della vicina Slovenia colpite dalle alluvioni della scorsa settimana. Da domani tecnici e volontari saranno suoi luoghi per installare un ponte bailey da 25 metri e per supportare tutte le operazioni necessarie. Ringrazio fin d’ora tutta la squadra dei veneti nell’operazione. Il Veneto è sempre attento a queste calamità, pronto a dare una mano a chi ne ha bisogno e anche questa volta siamo in prima linea”.  Questo l’annuncio del Presidente della Regione Luca Zaia che precisa l’impegno del sistema di Protezione Civile del Veneto nei territori della Slovenia colpiti da alluvioni. Il Ministro Nello Musumeci infatti ha comunicato che, da domani, uomini e mezzi della Protezione Civile del Veneto saranno impegnati nell’operazione di ripristino in territorio sloveno insieme ad una squadra di colleghi della PC della Provincia Autonoma di Trento, che ha messo a disposizione ulteriori mezzi. 

L'operazione

Tutto parte, infatti, da una ricognizione del Dipartimento di Protezione Civile nazionale, su richiesta del Meccanismo Europeo di Protezione Civile, finalizzata ad individuare la disponibilità di macchine operatrici di grosse dimensioni e di ponti bailey da 20 a 40 m. La direzione regionale del Veneto, dopo una verifica con gli uffici provinciali, individuato la disponibilità della Provincia di Belluno a fornire e porre in opera un ponte bailey di proprietà che era stato installato due anni fa in Val di Zoldo dal volontariato di PC al fine di consentire i lavori sul ponte preesistente.

La proposta è stata accettata dal Meccanismo Europeo di Protezione Civile (che prevede il reintegro del valore dei beni eventualmente ceduti) così che il DPC nazionale e il coordinamento tecnico della Commissione Protezione Civile hanno attivato la procedura per rendere effettivo il supporto operativo del Veneto.  È stata quindi confermata la disponibilità da parte dell'Associazione Antelao per il montaggio del ponte e da parte del Gruppo di PC di Auronzo per il trasporto dei materiali. Domani è previsto un sopralluogo del DPC in Slovenia con due tecnici della Regione ed il presidente dell'Associazione Antelao per individuare i luoghi di intervento e le conseguenti necessità. Una volta verificata la situazione, nei prossimi giorni, potrebbero seguire ulteriori invii di uomini e mezzi dal Veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slovenia in ginocchio dopo il maltempo, in arrivo aiuti dal Veneto
TriestePrima è in caricamento