Cronaca

Slovenia: sì ai matrimoni gay

È stata Sinistra unita (Zl) il partito che ha proposto l'eliminazione dal diritto di famiglia dei punti in cui si fa riferimento al matrimonio solamente come unione tra uomo e donna

Con circa 2/3 dei parlamentari favorevoli (51 sì contro 28 no) la Slovenia legalizza i matrimoni egualitari, diventando il primo stato dell’Europa centrale ad averli approvati,

È stata Sinistra unita (Zl)  il partito che ha proposto l'eliminazione dal diritto di famiglia dei punti in cui si fa riferimento al matrimonio solamente come unione tra uomo e donna.

Con l’approvazione, tale proposta è diventata legge. Numerosi le forze politiche che hanno favorevolmente:, i deputati che fanno riferimento all’ ex premier Alenka Bratušek (ZaAB), La Smc dell’attuale premier Miro Cerar e i socialdemocratici (Sd) mentre hanno votato contro  il solito  e Nuova Slovenia (Nsi) e il Partito democratico (Sds) di Janez Janša, 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slovenia: sì ai matrimoni gay

TriestePrima è in caricamento