Dopo l’allarme dei rianimatori, la smentita sul numero dei letti in terapia intensiva

“Confermato l’incremento dei 55 posti letto, che va a sommarsi ai 120 già esistenti in Regione”. La smentita dai direttori di rianimazione e anestesia del Fvg alla lettera di denuncia del Presidente Aaroi-Emac del Fvg

"I Direttori dei Dipartimenti di Anestesia e Rianimazione degli Ospedali HUB di Pordenone, Trieste e Udine che stanno gestendo l’emergenza Covid dei pazienti di Terapia Intensiva dall’inizio della pandemia, smentiscono categoricamente quanto sostenuto dal dottor Alberto Peratoner, Presidente AAROI-EMAC del Friuli Venezia Giulia, in merito al numero dei posti letto di Terapia Intensiva, confermando che l’incremento dei 55 posti letto stabilito dal Ministero della Salute per la gestione dell’emergenza Covid è reale e va a sommarsi ai 120 posti letto già esistenti in Regione e che, nella loro totalità, sono destinati alla gestione di tutti i malati critici intensivi. Analoghe considerazioni valgono anche per la disponibilità dei posti letto semi intensivi". Lo dichiarano il dottor Amato De Monte, Direttore Dipartimento di Anestesia e Rianimazione Asufc, il professor Umberto Lucangelo, Direttore Dipartimento di Emergenza Asugi, e il dottor Tommaso Pellis, Direttore Dipartimento di Anestesia e Rianimazione  Asufo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

  • Coronavirus in Fvg: sfiorati i 1200 contagi in un giorno solo

Torna su
TriestePrima è in caricamento