menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Persa nei boschi a Piancavallo: quarantaduenne soccorsa dal Cnsas di Pordenone

Nel pomeriggio di ieri intervenuto anche il Cnsas di Maniago per ricerca di due giovani di cui i genitori avevano denunciato la scomparsa. Allertate anche le squadre del Cnsas di Forni Avoltri per un falso allarme

Tardo pomeriggio di ieri, 13 agosto, movimentato per le stazioni del Cnsas del Fvg.
Il Cnsas di Pordenone è intervenuto per recuperare una turista che si è persa in Piancavallo. La donna G. (nome) V. (cognome) del 1975, di Prato, era partita da sola stamattina e aveva raggiunto il Rifugio Arneri, dal quale voleva ridiscendere facendo un itinerario ad anello lungo il sentiero Gerometta in Val Sughet e poi lungo il sentiero 924 di nuovo fino a Piancavallo.
In un tratto boschivo, dove i segnavia non sono ben visibili a causa del fogliame presente sul fondo, la signora ha perso la traccia ed è finita in un punto con salti di roccia, dal quale non sapeva più come orientarsi. Spaventata ha chiamato il Nue 112.
I tecnici del Cnsas Pordenone l’hanno contattata con il cellulare e si sono fatti inviare la sua posizione con WhatsApp, individuandola, grazie alle mappe di georeferenziazione di cui dispongono, con una precisione di dieci metri, ad una quota di circa 1350 m di altitudine.
Le hanno detto di non muoversi e di attendere i soccorritori, che in mezzora - venti minuti di automobile e dieci minuti a piedi - l’hanno raggiunta e riportata alla sua auto

Il Cnsas di Maniago è intervenuto per un intervento di ricerca a seguito di denuncia ai carabinieri a Tramonti di Sopra (PN).
 I genitori di due ragazzi siciliani fratello e sorella, R. (nome) M. (cognome), donna, di Terrasini (PA) del 1996 e G. M. uomo del 1993 studente a Cambridge, hanno denunciato la scomparsa dei figli che non sentivano da quattro giorni. I ragazzi erano partiti dalla Polonia per prendere parte al raduno di Malga Chiampis, che avevano raggiunto lasciando l’auto a Passo Rest.
 I carabinieri grazie al numero di targa fornito dai genitori hanno trovato l’auto e chiamato il Cnsas.
La ragazza oggi aveva deciso di scendere per rientrare all’auto, ma ha perso il bivio che riconduce a passo Rest e si è ritrovata a Tramonti, dove un ragazzo del posto l’ha portata in un bar. Lo stesso ragazzo ha visto le squadre del Cnsas arrivare a Tramonti e li ha informati che la ragazza era lì.

Anche le squadre del Cnsas di Forni Avoltri sono state allertate intorno alle 19.30, fortunatamente per un falso allarme.
La madre di un ragazzo trentenne che oggi era andato sull’Amariana e non era ancora rientrato per le 14, come aveva stabilito, ha avvisato il Cnsas.
Una squadra era pronta a partire per una ricognizione in elicottero quando fortunatamente il ragazzo è rientrato a Pissebus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

social

Cucina di mare: la ricetta delle canocie in busara

social

Festa della Donna: le idee regalo per sorprendere chi ami

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg: 661 nuovi casi, scende il tasso di positività

  • Cronaca

    Scuola, genitori in piazza contro la Dad: "È emergenza sociale"

  • Cronaca

    Da lunedì tutto il Friuli Venezia Giulia torna in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento