Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Sociale: Rotary Trieste Nord sostiene la sanità nello Zimbabwe

Un progetto di servizio internazionale a favore dell’Ospedale di Sant’Albert, che sopravvive grazie ai proventi dell'associazione

Il Rotary Club Trieste Nord ha concluso – grazie a Piercipriano Rollo, Past President del Club che ne è stato promotore e realizzatore – un importante progetto di servizio di carattere internazionale a favore della sanità dello Zimbabwe (ex Rhodesia), una nazione che sta attraversando una gravissima crisi economica da molti anni, ma in particolare dopo le dimissioni del Presidente Mugabe.

Il progetto umanitario ha previsto l’invio di numerose specialità farmacologiche, come richiesto dalla stessa direttrice del Sant’Albert’s Mission Hospital, dottoressa Julia Musariri (nella foto mentre visita un bambino). Nella fattispecie, farmaci necessari nell’attività di un ospedale di frontiera, come ad esempio antibiotici, antimalarici, cardiotonici, antiinfiammatori, antiipertensivi, insulina.

I medicinali sono stati inviati direttamente all’ospedale che, nonostante serva un Distretto di oltre 120.000 persone, conta su un organico medico ridottissimo. Il Sant’Albert Mission Hospital, la cui attività è prevalentemente di ostetricia, pediatria, ortopedia, chirurgia e di prevenzione dell’Aids, è l’unica struttura per centinaia di miglia fornita di acqua potabile durante tutto l’anno.

«L’Ospedale – come afferma il Presidente Fulvio Zorzut – sopravvive grazie agli aiuti di Rotary International e anche il Rotary Trieste Nord ha voluto contribuire al supporto della Struttura in una simile drammatica realtà, come peraltro fece qualche anno fa con la progettazione e realizzazione di importanti strutture idriche».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sociale: Rotary Trieste Nord sostiene la sanità nello Zimbabwe

TriestePrima è in caricamento