Cronaca

Disabilità, Serracchiani: «Con la Consulta daremo più attenzione ai disabili»

Le dichiarazioni della presidente della Regione Debora Serracchiani in occasione del convegno intitolato "Disabilità e normative" organizzato nell'ambito del 60esimo anniversario della fondazione della sezione locale dell'Associazione italiana assistenza spastici (Aias).

«La disabilità in Friuli Venezia Giulia non rimane relegata all'ambito socio assistenziale, ma viene tenuta in considerazione anche quando si affrontano dei provvedimenti che possono riguardare trasversalmente altre materie: come ad esempio il lavoro, l'urbanistica, il turismo o il commercio. Questo grazie anche al fatto di essere una delle poche Regioni in Italia ad aver istituito una Consulta di associazioni impegnate sul tema».

Così la presidente della Regione Debora Serracchiani, oggi a Trieste, in occasione del convegno intitolato "Disabilità e normative" organizzato nell'ambito del 60esimo anniversario della fondazione della sezione locale dell'Associazione italiana assistenza spastici (Aias).

Serracchiani ha sottolineato che, in una regione storicamente sempre attenta a questa materia, negli ultimi anni sono state mantenute alte le risorse dedicate alla disabilità.

In questo contesto, come ha spiegato la presidente, la riforma della sanità regionale ha introdotto un rafforzamento dei servizi sul territorio per quel che riguarda anche la cura delle malattie croniche e i conseguenti danni permanenti alla salute delle persone.

Inoltre sono stati ampliati gli strumenti a favore di quelle fasce deboli della popolazione che, principalmente per motivi economici, erano di fatto escluse dalle cure dentistiche, aprendo cinque Pronto soccorso che si occupano di odontoiatria sociale e che in sei mesi hanno registrato 36 mila visite.

Serracchiani ha poi ricordato il rafforzamento del Fondo regionale per l'autonomia possibile destinato alla persone non autosufficienti, «con il fine di creare quelle condizioni necessarie ad una qualità della vita per il disabile che dipenda sempre meno dagli altri». Uguale sforzo è stato compiuto nei confronti dell'autismo, accompagnando le famiglie in un percorso il più possibile inclusivo.

Da parte sua il presidente nazionale dell'Aias, Salvatore Nicitra, ha espresso la propria soddisfazione per il modello costruito in Friuli Venezia Giulia, grazie ad un concreto rapporto di collaborazione tra l'associazione e le istituzioni locali.

Infine, l'assessore ai Servizi e alle Politiche sociali del Comune di Trieste, Carlo Grilli, ha ribadito il proprio impegno e quello dell'Amministrazione municipale per il reperimento delle risorse necessarie alla ristrutturazione della villa Haggiconsta, nell'ottica di una destinazione socio assistenziale della struttura a favore dei disabili e le loro famiglie.

Al convegno ha preso parte, tra gli altri, il presidente della Consulta regionale delle Associazioni di persone disabili e delle loro famiglie, Vincenzo Zoccano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità, Serracchiani: «Con la Consulta daremo più attenzione ai disabili»

TriestePrima è in caricamento