menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sole 24 Ore su Qualita' della Vita: Trieste al 5° Posto....Ma perche' mi Viene in Mente il Pollo di Trilussa ?

Consueta analisi annuale del Sole 24 Ore sUlla qualità della vita nelle 107 provincie italiane.Buon piazzamento della Provincia di Trieste che pur scendendo di un posto in classifica si piazza al 5, dopo Bolzano, Siena, Trento e Rimini; fanaliini...

Consueta analisi annuale del Sole 24 Ore sUlla qualità della vita nelle 107 provincie italiane.
Buon piazzamento della Provincia di Trieste che pur scendendo di un posto in classifica si piazza al 5, dopo Bolzano, Siena, Trento e Rimini; fanaliini di coda invece Caltanisetta, Napoli e Taranto.

Ma non è tutt'oro quello che luccica, analizzando le varie parti della classifica la nostra provincia risulta anche negli ultimi posti.

I settori nella quale è suddivisa la classifica sono: Tenore di vita, Affari e Lavoro, Servizi e Ambiente, Popolazione, Ordine pubblico e Tempo Libero.

Con ulteriori sottoindicatori provenienti da differenti enti di analisi.

Nel settore tenore di vita la nostra provincia si piazza al 9 posto per quanto riguarda il Pil procapite, perciò la ricchezza prodotta, con 28.479,28 euro pro-capite (...era il 2011 vedremo adesso con Sertubi ecc..).

In testa c'è Milano con oltre 35.000 euro e 107° posto Crotone con poco più di 13.000 euro.

Come sempre fa impressione il nostro 3° posto per quanto riguarda i depositi per abitante; infatti subito dopo Milano ( 35.800 euro ) e Roma ( 32.900 euro) ecco Trieste con 31.079,20 euro ( sarà mica per questo che nella nostra città ci sono quasi tutte le filiali delle banche italiane ? ).

Anche i pensionati a quanto pare godono di un "buon tenore di vita" nella classifica relativa all'importo medio pensione/ sul mese piazzandoci al 18° posto con una pensione media del 848,65 euro.

A metà classifica invece per quanto riguarda la spesa pro-capite ( su veicoli, elettricità, mobili e pc ) su fonte Findomestic che ci vede al 43° posto con una spesa pro-capite per consumi privati di 1124,52 euro ( ma ci chidiamo: Findomestic non sono quelli dei prestiti a rate ? ).

Sul costo della vita invece siamo proprio malino piazzandoci al 71° posto con un'inflazione del 2.91%.

Costi alti anche per le abitazioni che vede Trieste al 58° posto ( insieme a L'Aquila ? ) con un costo di 2.150 euro al metro quadro per un appartamento in zona semicentrale.

In testa a questa classifica con 1.050 euro a mq troviamo Caltanisetta mentre la città più cara, su questo parametro, è naturalmente Roma con 5.250 ero a mq.

Secondo scenario è dedicato agli affari & lavoro.

Qui siamo buoni ultimi sul rapporto imprese registrate ogni 100.000 abitanti dove il 107° posto è tutto nostro con 7 imprese registrate, al primo posto Nuoro con 17.
In fondo alla classifica anche per quanto riguarda il rapporto impieghi /depositi ; al 84° posto con un valore di 1,03, in testa alla classifica troviamo Brescia con 2,75 e 107° Avellino con 0,63.
Il Tasso di disoccupazione ( relativo al 2011 ) è invece una bella sorpresa con un 4,53 che ci pone al 7° posto su 107 ( ribadisco...vedremo nel 2012 )
Per curiosità a fine classifica troviamo Napoli con il 17,84.
Invece per chi vuole andare fuori regione per cercare lavoro in testa alla classifica troviamo Bolzano, Parma e Cuneo.
E che Trieste non è più una città a vocazione imprenditoriale lo si evince anche dalla classifica relativa agli imprenditori tra i 18-29 anni per 1.000 della stessa età; Trieste è al 100° posto con 34 imprenditori, i giovani ha quanto pare sono più intraprendenti a Prato, Savona e Cuneo ( oltre 60 ).

La sezione Servizi Ambiente e Salute ci vede traccheggiare a parte un dato eccezionale sulle cause evase su nuove e pendenti che ci vede al 2° posto subito dopo Lucca, meglio non andare a Foggia ad intentare una causa 107a in classifica.

Ma sempre nella stessa sezione interessante il tasso di emigrazione ospedaliera; abbiamo sempre pensato e vissuto il fatto che la nostra sanità provinciale fosse eccellente ma a quanto pare secondo le statistiche del Ministero della Salute insieme all'Istat non è proprio così; siamo al 28° posto a pari merito con Roma.

In testa a questa classifica Lecco dove, a quanto pare, nessuno "scappa", mentre in fondo alla classifica troviamo Teramo e Matera.

Al 7° posto siamo invece per quanto riguarda il rapporto asili comunali in % su utenza 0-3 anni ( su dati 2010) con un dignitoso 14,18 % sopra noi al primo posto Bologna, Parma, Regio Emilia, Modena, Ravenna e Firenze.
A fondo classifica Crotone, Taranto e Caserta.

Nella sezione popolazione come immaginavamo son dolori.

Stiamo belli stretti, ma supponiamo sia perché la nostra è la provincia più piccola d'Italia e nel rapporto abitanti per km quadrato siamo al 105° posto con 1.116,73 abitanti, più stretti di noi stanno solo a Milano e Napoli.
Chi invece vuole stare bello largo è meglio che vada in provincia di Olgiastra ( Sardegna ) oppure ad Aosta o Nuoro.

Male anche per la statistica dei nati vivi siamo al 99° posto, con oltre 7 nati vivi ogni mille abitanti, in testa alla classifica c'era da immaginarselo Reggio Emilia con oltre 10; e fanalino di coda Oristano 6.

Nella media risultiamo anche per l'indicatore coppie in crisi cioè divorzi su separazioni ogni 10mila famiglie ( su 2010 ) siamo a 40° posto con 47, a quanto pare vanno d'amore e d'accordo a Piacenza prima in classifica con 23, malissimo invece in Sardegna al 107° posto con Cagliari, e Carbonia Iglesias.

Ma c'è un'indicatore che ci dà particolare orgoglio ed è quello relativo ai laureati ogni mille giovani tra i 25-30 anni dove segnamo un dignitosissimo 3 posto; meglio di noi solo Isernia e Campobasso; in fondo classifica Bolzano e Olbia.

Gli stranieri nella nostra Provincia si trovano mediamente bene e l'indicatore "immigrati regolari su % popolazione" lo evidenzia con un 46° posto.

Si diceva spesso che Trieste è una città sicura ma alcuni dati mettono in dubbio questo vecchio adagio; infatti nella sezione reati ( su dati forniti dal Ministero degli Interni ) eccoci piazzati al 101 posto per quel che riguarda scippi/rapine/borseggi ogni 100mila abitanti ( sarà sempre che la nostra provincia è piccola ? )

A fondo scala troviamo Genova mente a quanto pare ad Oristano o non denunciano o sono dei virtuosi, visto che si piazzano al primo posto.

Meglio siamo messi per quanto riguarda gli appartamenti svaligiati, 23simi in classifica con 193 furti in casa ogni 100mila abitanti.; crediamo sempre ci sia lo zampino del nostro essere piccoli visto che meglio di noi stanno Napoli, Reggio Calabria e altre città del sud ( senza voler essere d'animo leghista...).

Invece un dubbio ci sorge sul fondo scala dove troviamo Lucca con 651 furti in casa ogni 100mila abitanti nel 2011, ma possibile ?

Sui furti d'auto invece siamo ben piazzati al 19° posto: 42 ogni 100mila abitanti, 107° posto per Catania con oltre 800 furti d'auto nel 2011 ogni 100mila abitanti?
Potemmo invece lasciare tranquillamente le chiavi sotto il parasole se ci tovassimo a Belluno prima in classifica con 14 furti d'auto ( ogni 100mila abitanti ) nel 2011.

A metà classifica invece ci troviamo per le estorsioni, le truffe e frodi informatiche.

Nella sezione tempo libero primeggiamo ma solo per il numero di spettacoli ogni 100mila abitanti dove la Siae e l'Istat ci dicono che il valore a Trieste è del 12.617,00 ( sinceramente non ci è chiaro come sia ricavato?).
Meglio di noi stanno a Rimini, Pescara e Ascoli Piceno ( mah ! ).
A quanto pare invece nessuno vuole andare ad esibirsi a Crotone e Vibo Valentia utime in classifica.

Un altro mito da sfatare è " a Trieste xè pien de bar e ristoranti " non è proprio così nella sezione ristoranti e bar ogni 100mila abitanti la nostra provincia si piazza al 29° posto con una media di 665 ogni 100mila abitanti.

Gran movida a quanto pare a Olbia e Sassari in testa alla classifica, mentre tutti a casa a Palermo e Catania.

Interessante anche l'indicatore turistico relativo al numero di presenze per abitante nel 2010 55° posto per Trieste; invece sono tutti a Bolzano e nessuno va, a quanto pare, a Benevento; mentre Roma è al 37° posto , Venezia al 3° e Firenze al 22°?

Ci sono altri indici in questa sezione ma da parte nostra di difficile comprensione.

La considerazione finale che ci sentiamo di fare, con ironia... riguarda la statistica, scienza interessante ma?vi ricordate il pollo di Trilussa ?

La Statistica:
« Sai ched'è la statistica? È na' cosa
che serve pe fà un conto in generale
de la gente che nasce, che sta male,
che more, che va in carcere e che spósa.
Ma pè me la statistica curiosa
è dove c'entra la percentuale,
pè via che, lì, la media è sempre eguale
puro co' la persona bisognosa.
Me spiego: da li conti che se fanno
seconno le statistiche d'adesso
risurta che te tocca un pollo all'anno:
e, se nun entra nelle spese tue,
t'entra ne la statistica lo stesso
perch'è c'è un antro che ne magna due. »
(Trilussa, La Statistica)






Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Johnson&Johnson in Fvg: oltre 3500 dosi in arrivo il 15 aprile

  • Cronaca

    Covid: giù ricoveri e tasso di positività, boom di guariti

  • Cronaca

    Malore fatale in casa a 65 anni: ritrovato quattro giorni dopo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento