Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Concorso per direttore del 112 bloccato, critiche dal sindacato

Fabio Pototschnig della Fials: "Auspichiamo che tali illazioni siano infondate e ci aspettiamo che le stesse vengano smentite quanto prima dalla Regione"

Riceviamo dalla Fials e pubblichiamo integralmente

Sono pervenute alla nostra O.S., anche negli ultimi giorni, diverse segnalazioni che riportano un segnale di allarme sulle problematiche della Sala Operativa Regionale Emergenza Sanitaria SORES di Palmanova. Come è noto la FIALS ha monitorato costantemente le problematiche emerse e puntualmente le ha segnalate, iniziando già nell'aprile del 2017. Per completezza evidenziamo che la FIALS aveva manifestato serie perplessità già da prima che la struttura venisse attivata e quali ricadute organizzative un tale sistema avrebbe avuto a livello regionale, in quanto andava a sostituire il precedente sistema basato sulle centrali operative provinciali; organizzazione perfettibile, ma sicuramente efficace e valutata positivamente dalla popolazione.

"Le stesse criticità dopo quattro anni"

La SORES dopo quattro anni di attività, continua ad avere le stesse criticità, carenza di personale rispetto alle reali necessità, difficoltà di trovare personale esperto che accetti di lavorare presso la Centrale, la scarsa conoscenza delle specifiche aree territoriali dove il soccorso viene poi portato dai mezzi territorialmente competenti, a questi si aggiunge la frequente richiesta di trasferimento in uscita degli operatori che a nostro avviso rivela un malessere organizzativo all’interno della struttura. Per migliorare tali condizioni la FIALS aveva presentato nell'autunno del 2019 una proposta organizzativa che avrebbe risolto molte delle problematiche esistenti, offrendo fra l'altro anche la possibilità di dotare la regione FVG di una centrale di back up (a Trieste) a garanzia di possibili malfunzionamenti o black out di sistema e per meglio gestire il soccorso nell'area Giuliano Isontina. Tale proposta è stata accompagnata anche da una raccolta firme (7500) che il 3 dicembre 2019 sono state presentate al Presidente Fedriga e al Vice Presidente Riccardi e l'impegno assunto in quella circostanza dai rappresentanti Regionali era stato quello di elaborare una riorganizzazione in tempi brevi di tutto il sistema dell’emergenza territoriale.

"Nulla è stato ancora fatto"

Ma ad oggi purtroppo, anche a causa della pandemia, nulla è stato ancora fatto, o perlomeno quanto fatto non si è rivelato sufficiente a migliorare l'organizzazione e a risolvere le problematiche, riteniamo quindi impellente riorganizzare il sistema dell’emergenza sanitaria territoriale, che tenga conto delle esigenze dei vari territori regionali. Siamo però preoccupati delle pressanti voci e notizie apparse questi giorni sui social, dove si presuppone che l’avviso pubblicato dall’ARCS in data 23/03/2021, indetto per attribuire l’incarico di Direttore della S.C. SORES, sia stato sospeso e che tutta l’organizzazione dovrebbe passare sotto la gestione dell’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale con sede a Udine. Auspichiamo che tali illazioni siano infondate e ci aspettiamo che le stesse vengano smentite quanto prima dalla Regione.

"Scegliere un professionista"

A nostro avviso è importante nominare il nuovo Direttore della SORES e che la scelta ricada su un professionista con le migliori qualità, conoscenze ed attitudini, indispensabili per affrontare il difficile processo di riorganizzazione del sistema dell’Emergenza Sanitaria Territoriale, per il quale i dirigenti sindacali FIALS esperti in materia si rendono fin da subito disponibili a contribuire fattivamente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso per direttore del 112 bloccato, critiche dal sindacato

TriestePrima è in caricamento