rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

Coltivazione di marijuana in giardino: scoperto dalla Guardia di Finanza

I militari del Comando provinciale di Gorizia solo a Monfalcone hanno sequestro di oltre 130 grammi circa di “marijuana”, nonché all’individuazione di una coltivazione “domestica” all’interno di una abitazione privata. Controllati in particolare modo parchi pubblici e istituti scolastici

Prosegue l’azione delle Fiamme Gialle volta al contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti. Il meccanismo di monitoraggio e prevenzione predisposto dal Comando Provinciale di Gorizia ha portato, nell’ultimo mese, al complessivo sequestro di oltre 130 grammi circa di “marijuana”, nonché all’individuazione di una coltivazione “domestica” all’interno di una abitazione privata.

Durante le quotidiane attività di servizio di controllo economico del territorio, i Finanzieri della Compagnia di Monfalcone, hanno individuato - all’interno del giardino di un’abitazione in zona residenziale - una piccola coltura di piante di marijuana, di altezza pari a circa 150 cm, ben mimetizzate tra altri arbusti e vegetali ornamentali di eguale colore, complete di infiorescenze nel pieno stadio della maturazione. L’immediato accesso e contestuale perquisizione dell’immobile, avvenuta anche tramite l’ausilio dell’unità cinofila antidroga del reparto, ha portato al rinvenimento di ulteriori consistenti quantitativi della medesima sostanza, contenuti in sacchetti plastificati, nonché una trentina di semi di canapa indiana suddivisi per diversa tipologia, già idonei ad un prossimo utilizzo in colture in vaso o a terra.

Il proprietario dell’abitazione è stato quindi segnalato alla Procura della Repubblica di Gorizia per il reato di cui all’art. 73 D.P.R. 309/1990 in materia di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti.

L’azione di vigilanza della Guardia di Finanza prevede anche l'assidua presenza nei luoghi di aggregazione giovanile più a “rischio” del territorio, quali giardini pubblici e centri commerciali, ove - da tre distinte attività - sono stati sottoposti a controllo altrettanti ragazzi tra i 17 ed i 25 anni, ritrovati in possesso di piccoli quantitativi tra marijuana ed hashish, volti all’utilizzo personale. Nel corso del controllo sono stati rinvenuti gli strumenti tipici degli utilizzatori delle “droghe leggere”, quali le cartine da tabacco, filtrini spugnosi e grinder (in gergo “tritamaria”). I giovani sono stati quindi segnalati alla prefettura quali consumatori di sostanze stupefacenti. L’attività di prevenzione delle Fiamme Gialle è stata svolta anche all’esterno degli istituti di istruzione secondariao, effettuata nei diversi orari della mattinata ed indirizzata principalmente a voler trasmettere la precisa attenzione prestata dalla Guardia di Finanza nei confronti della salvaguardia dei più giovani dai dannosissimi fenomeni del microspaccio di sostanze stupefacenti negli ambienti scolastici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivazione di marijuana in giardino: scoperto dalla Guardia di Finanza

TriestePrima è in caricamento