Cronaca

"Boss" della droga arrestato e scarcerato per problemi di salute: non rispetta i domiciliari, torna in carcere

Stojan Trajkovski era a capo di un vasto traffico di droga scoperto dalla Polizia Locale e che aveva coinvolto anche molti minorenni

Stojan Trajkovski, 58 anni macedone, è stato l’arresto eccellente dell’operazione Divergence, conclusa dalla Polizia Locale lo scorso aprile: un anno di indagini, 5 arresti e la fine di un consistente giro di droga soprattutto tra minorenni.

Trajkovski è conosciuto dalle forze dell’ordine croate come trafficante di armi e di droghe pesanti; in Croazia l’avevano lasciato libero solo dopo una cauzione di diverse centinaia di migliaia di euro. Qui a Trieste era stato arrestato dagli investigatori del Nucleo di Polizia Giudiziaria per traffico illecito di sostanze stupefacenti – eroina e cocaina -.

Dopo un breve periodo trascorso in carcere, il Giudice aveva accolto la richiesta di alleggerire la misura coercitiva per problemi di salute e Trajkovski era stato trasferito in un appartamento di Valmaura, agli arresti domiciliari. La Polizia Locale però ha accertato più volte che l’uomo non rispettava le prescrizioni del Giudice: ometteva di comunicare gli orari di uscita e rientro al domicilio; sforava i tempi di uscita concessi dall’Autorità Giudiziaria; in più di un’occasione si è recato in Slovenia – dove ha la residenza -.

Dopo aver trasmesso alla Procura della Repubblica le numerose prove raccolte, il Magistrato ha emesso un nuovo provvedimento di carcerazione che è stato immediatamente eseguito dagli investigatori della Polizia Locale, trasferendo il Trajkovski presso la Casa Circondariale di via Coroneo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Boss" della droga arrestato e scarcerato per problemi di salute: non rispetta i domiciliari, torna in carcere

TriestePrima è in caricamento